Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Calolziocorte / Via Antonio Stoppani

Calolzio, vaccini contro l'influenza in zona interscambio: si inizia sabato 21 novembre. «Ma occorre essere prenotati»

Sopralluogo oggi con il dottor Locatelli, il sindaco Ghezzi e gli assessori nell'immobile dell'ex Fabbricone appositamente attrezzato. «Un contributo concreto per un servizio importante. Seguite gli accordi per evitare assembramenti». Ecco il programma e i medici presenti

Aprirà sabato 21 novembre l'immobile in zona interscambio a Calolzio adibito alle vaccinazioni contro l'influenza. Si tratta di un ampio spazio nella mensa dell'ex Sali di Bario momentaneamente attrezzato per la campagna vaccinale in questo delicato periodo di sovraccarico di ambulatori e centri di cura causa emergenza covid. Un'iniziativa resa possobile grazie all'impegno del Comune - ente proprietario - in accordo con Ats Brianza, Asst Lecco e medici di base del territorio allo scopo di semplificare il servizio e di evitare assembramenti. La prima regola è: presentarsi solo a seguito di prenotazione in accordo con il proprio medico di base e secondo il calendario stabilito. L'iniziativa è rivolta a over 65 e alle categorie fragili.

Il servizio è per gli over 65 e le categorie fragili

Oggi il dottor Giovanni Locatelli a nome dell'associazione "MMG, Medici di Medicina generale Valle San Martino", il sindaco Marco Ghezzi, l'assessore ai Servizi sociali Tina Balossi, i colleghi Aldo Valsecchi (vicesindaco) Dario Gandolfi (Opere pubbliche), e Luca Caremi (Polizia locale) hanno svolto un sopralluogo per illustrare come funzionerà il servizio e presentare gli spazi. 

Le vaccinazioni si svolgeranno nelle tre sale al piano terra (totale 150 metri quadrati) con ingresso sul lato piazzale interscambio dei pullman, e uscita in via Stoppani sotto la stazione. Saranno presenti due medici al massimo ogni giorno. E proprio in merito ai professionisti che vaccineranno all'ex fabbricone c'è un aspetto importante del quale tenere conto: non si tratta di tutti i medici del Calolziese, in zona stazione saranno presenti cinque dottori secondo il seguente programma:

Il calendario e i medici presenti

  • Sabato 21 novembre dalle ore 8.30 alle 13.30, dottoressa Elisa Di Gennaro
  • Sabato 21 dalle ore 8.30 alle 14, dottor Giovanni Locatelli
  • Mercoledì 25 novembre dalle ore 8.30 alle 13.30, dottoressa Rosalia Cavenago
  • Venerdì 27 novembre dalle ore 8.30 alle 13.30, dottoressa Rosalia Cavenago
  • Lunedì 30 novembre dalle ore 8.30 alle 13.30, dottoresse Sonia Rivetta e Sara Lauriola (sostituta del dottor Gangemi)
  • Mercoledì 2 dicembre dalle ore 8.30 alle 13.30, dottoressa Rosalia Cavenago
  • Mercoledì 2 dicembre dalle ore 14.30 alle 19, dottoresse Sonia Rivetta e Sara Lauriola (sostituta del dottor Gangemi)
  • Giovedì 3 dicembre dalle ore 14.30 alle 19, dottoressa Sonia Rivetta e Sara Lauriola (sostituta del dottor Gangemi) 

«Nella postazione allestita presso l'ex Sali di Bario andranno solo, secondo questo calendario e dopo essere stati contattati  con conseguente appuntamento, i pazienti dei medici citati - ha spiegato il dottor Locatelli - Nella programmazione abbiamo potuto contare sulla preziosa collaborazione della cooperativa Cosma che ha contattato i soggetti interessati alla vaccinazione. Si tratta di persone dai 65 anni in avanti e di coloro che rientrano nelle cosiddette categorie fragili. Non è stato un lavoro semplice anche perchè solo oggi abbiamo avuto conferma della disponibilità dei vaccini necessari. Il medico curante potrebbe valutare per alcuni soggetti fragili se effettuare la vaccinazione presso il proprio domicilio, il proprio ambulatorio o l'ex fabbricone».

I medici Agudio e Rossi effettueranno le vaccinazioni presso i propri ambulatori. Gli altri medici di base che operano a Calolzio - dottori Marco Avogadri, Giulia Villa e Bub Sabine - vanno contattati direttamente dai pazienti, in questo caso gli over 65 dovrebbero essere destinati in accordo con Ats e Asst (a cui rivolgersi per le prenotazioni), al poliambulatorio di Sala sempre a partire dai prossimi giorni. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il centro vaccinale di Lecco in via Tubi: 0341 253900. Anche a Vercurago si svolgono le vaccinazioni contro l'influenza: qui il Comune ha messo a disposizione la sala polifunzionale del parco Gramsci sul lungolago dove saranno presenti il dottor Nicola Galloro, la dottoressa Paola Lozza e la dottoressa Barbara Montini.

Vaccini 4-3

«Nel dubbio contattate sempre il vostro medico di base, o gli uffici competenti di Ats e Asst, e soprattutto nessuno venga in questa postazione sotto la stazione privo di prenotazione, dobbiamo evitare inutili rischi di assembramenti - ha sottolineato il sindaco Ghezzi - Come Amministrazione, appena ricevuta la richiesta di collaborazione per la campagna vaccinale da parte degli organi sanitari prepoposti, ci siamo subito messi al lavoro per trovare una sede comoda come questa, cercando di attrezzarla al meglio per venire incontro alle esigene della popolazione. L'obiettivo è quello di evitare code e mantenere la massima sicurezza per il bene di tutti, sia qui in zona stazione che al distretto di sala. Quindi, ripeto, seguite le indicazioni dei vostri medici e le prenotazioni».

Tina Balossi ha quindi precisato: «Ringrazio i medici che hanno collaborato all'iniziativa e i colleghi assessori che hanno lavorato per allestire al meglio questo immobile. Stiamo vivendo un periodo delicato e anche programmare questo tipo di iniziative non è semplice, ma sapendo che le vaccinazioni sono importanti abbiamo fatto il possibile come Amministrazione per trovare le soluzioni migliori. Durante le vaccinazioni saranno presenti nella postazione dell'ex Sali di Bario anche i carabinieri in congedo dell'associazione Anc Calolzio che controlleranno il rispetto delle distanze e lo svolgimento corretto di tutte le operazioni, dando il loro aiuto in caso di necessità. Rivolgo un grazie sincero anche a loro».

Ma quanti pazienti over 65 andranno a vaccinarsi contro l'influenza nella postazione in zona interscambio? «Ad oggi non possiamo dare un numero preciso - conclude il dottor Giovanni Locatelli - posso dire che nel mio caso gli over 65 sono circa 500 e di questi l'Asl spera ricorranno al vaccino il 75%. Parte di loro li riceverò a Torre De' Busi, altro paese dove visito abitualmente, buona parte sono invece il lista qui a Calolzio». Pur non conoscendo ancora i dati dei colleghi del dottor Locatelli per quanto riguarda le adesioni, si può comunque ipotizzare che nell'ex fabbricone potrebbero arrivare a vaccinarsi dalle 200 alle 250 persone ogni mezza giornata, per un totale di 1.700/1.800 pazienti nelle otto date della programmazione. Ma, ripetiamo, è un numero approssimativo. Tutto dipenderà dall'adesione alla campagna vaccinale e dalla definizione di altre prenotazioni nelle prossime ore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calolzio, vaccini contro l'influenza in zona interscambio: si inizia sabato 21 novembre. «Ma occorre essere prenotati»

LeccoToday è in caricamento