Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità Piazza Vittorio Veneto

A Calolzio 11 decessi e 90 persone contagiate, ma finalmente ci sono segni di miglioramento

Intervento video del sindaco Marco Ghezzi sulla situazione Covid-19 in città: «Aumentano le guarigioni, il peggio è stato 15 giorni fa, si va nella direzione giusta. Ma continuate a stare a casa». Presto il modulo per chiedere i fondi destinati dallo Stato ai più bisognosi per il cibo

Marco Ghezzi, sindaco di Calolziocorte durante il suo appello video.

In un nuovo video il sindaco di Calolzio Marco Ghezzi torna a rivolgersi ai suoi concittadini per fare il punto sulla situazione Coronavirus in città. Il capoluogo della valle San martino è uno dei Comuni più colpiti nel Lecchese. I dati parlano di 11 decessi, più circa novanta persone contagiate e sottoposte a cure. Ora però il "picco cittadino" sembra finalmente essere alle spalle, e la situazione fa registrare un lieve ma significativo miglioramento.

«Rispetto a quindici giorni fa, la situazione a Calolziocorte sta lentamente migliorando, stiamo andando nella direzione giusta - ha detto il sindaco Ghezzi nel video diffuso nel tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 1° aprile - Dall'inizio di questa emergenza abbiamo avuto indicativamente una novantina di persone contagiate. Di queste circa il 35% sta seguendo l'iter di guarigione a casa o comunque avverte sintomi lievi. Poi ci sono altri pazienti ancora in ospedale, ma progressivamente questi ultimi stanno guarendo e superando la fase più critica».

Clicca qui per vedere il video integrale del sindaco Marco Ghezzi

Segnali incoraggianti, che non fanno però dimenticare la tragedia di diverse, troppe famiglie, che hanno perso un loro caro, e la necessità di prestare sempre la massima attenzione restando a casa e seguendo le normative di emergenza. «Purtroppo abbiamo poi undici decessi - ha aggiunto il primo cittadino - Speriamo che almeno sotto questo punto di vista si possa chiudere con questo drammatico elenco. Ricordo ancora a tutti i cittadini che esistono delle regole, dei vincoli, che bisogna rimanere a casa e che non è stato allentato nulla. Diversamente dal Ministero che ha ipotizzato la possibilità di brevi passeggiate per portare fuori i bambini, noi ci atteniamo invece alle indicazioni più restrittive della Regione Lombardia. Non bisogna uscire di casa, non bisogna allentare la presa».

Continuano i controlli di Carabinieri e Polizia locale

Intanto i controlli sul territorio continuano. «Polizia locale e Carabinieri stanno facendo i controlli - ha aggiunto nel video Marco Ghezzi -  qualche sanzione è stata elevata, ma in linea di massima le persone si stanno comportando bene. Invito a mantenere il comportamento tenuto fino ad oggi».

Un modulo per avere i fondi stanziati dal Governo, a Calolzio 73.516 euro in totale

Il sindaco di Calolzio ha quindi parlato dei finanziamenti che il Governo ha destinato ai Comuni per aiutare le famiglie più in difficoltà nell'acquisto dei beni alimentari. In totale sono previsti 73.516 euro. «Come sapere il Governo ha stanziato una cifra per le persone che hanno bisogno, in particolare per coloro che a seguito dell'emergenza si trovano senza reddito. Nei prossimi giorni, una volta completato tutto l'iter brocratico, collegandovi al sito del comune potrete scaricare l'autocertificazione con la quale è possibile chiedere il contributo al Comune per il cibo. Ci sarà anche l'elenco degli esercizi commerciali con i quali stiamo chiudendo un accordo in merito, quelli che hanno fornito anche la disponibilità per buoni o carte prepegate. Metteremo a punto tutto questo in modo definitivo entro fine settimana».

Questo infine il messaggio di Ghezzi: «Stiamo lentamente uscendo dalla situazione citica. Speriamo in bene, avanti così e coraggio. Ce la stiamo per fare, grazie a tutti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Calolzio 11 decessi e 90 persone contagiate, ma finalmente ci sono segni di miglioramento

LeccoToday è in caricamento