«In zona Lavello troppe persone, anche senza mascherine». Aumentano i controlli

L'annuncio del sindaco Ghezzi: «Si invita la popolazione a rispettare le norme per prevenire il contagio e si ricorda che le sanzioni sono molto pesanti»

Una veduta aerea del Lungoadda a Calolzio.

«Oggi pomeriggio nella zona del lungolago al Lavello è stata segnala una notevole affluenza di persone a passeggio, anche a gruppi, e non adeguatamente distanziate. In qualche caso pure prive di mascherine. Si invita la popolazione a rispettare le norme per prevenire il contagio e si ricorda che le sanzioni sono molto pesanti». La dichiarazione, rilasciata ieri sera venerdì 8 maggio, porta la firma del sindaco di Calolzio Marco Ghezzi.

Il primo cittadino chiede la massima attenzione anche in questa "Fase 2" e annuncia, in particolar modo per questo week-end, un aumento dei controlli allo scopo innanzitutto di prevenire e sanzionare eventuali assembramenti e violazioni delle regole. C'è infatti il timore che troppe persone, complici le prime giornate di caldo e di maggiore libertà dopo il lockdown, possano raggiungere il lungoadda calolziese (vedi foto), meta da sempre apprezzata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre consentita l'attività motoria, ma solo partendo dalla propria abitazione senza auto o moto

«Si ricorda infine - conclude Ghezzi - che è sempre consentita l’attività motoria, ma solo partendo dalla propria abitazione ed evitando l’uso dell’automobile, al fine di impedire eccessive concentrazioni nelle zone generalmente più frequentate. La Polizia locale presidierà la zona del Lavello anche questo fine settimana». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gessate saluta Elena e Diego, privati della loro vita dalla follia omicida del padre: «Ciao nanetti»

  • Tragedia di Margno, proseguono le indagini: rinvenuti due cellulari. Oggi le autopsie

  • Tragedia di Margno: sabato i funerali dei piccoli Elena e Diego, poi quelli di Mario Bressi

  • Abbadia: violento scontro all'incrocio tra auto e moto, centauro in ospedale

  • Tutti pazzi per le pozze, a Calolzio il sindaco in versione vigile per aiutare a snellire il traffico

  • Modifiche alla viabilità: la panoramica degli interventi in città

Torna su
LeccoToday è in caricamento