L'"attacchino" Luciano Pavoni va in pensione: gli amici lo festeggiano con un maxi cartellone

Per oltre vent'anni l'uomo ha svolto la sua professione per conto della San Marco

Lo striscione affisso in via Gorizia BONACINA/LECCOTODAY

Un maxi cartello per augurare buona pensione. E' l'iniziativa che hanno scelto di mettere in atto gli amici di Luciano Pavoni, storico "attacchino" della an Marco che dopo vent'anni ha dismesso spazzolone e secchio: quale miglior modo, quindi, per salutarne la fine della carriera lavorativa? Anzi, è stato lui stesso, senza saperlo, ad affiggerlo in via Gorizia, in uno degli spazi dove per settimane hanno campeggiato i volti dei candidati alla poltrona di sindaco.

"Carlo Luciano, finalmente la pensione è arrivata e un po' te la sei meritata. Se ad Amendola non vuole attecchire, a Gorizia il poster lo devi finire. Sta a sentire: questa sera ti devi divertire, brindiamo a te e al tuo avvenire. Jiviili. I tuoi colleghi".

Questo il testo stampato in rosso su sfondo bianco, affiancato da una gigantografia dello stesso Pavoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento