Mandello, Casa Comune: «Trasporto scolastico troppo rischioso»

La minoranza: «Pullmino troppo pieno, non rispettato il limite dei 15 minuti. Proponiamo al sindaco una differenziazione delle fasce orarie del servizio»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Il Ministero delle Infrastrutture nel mese di agosto ha definito delle linee guida per il trasporto scolastico. Per accedere allo scuolabus serve la mascherina rispettando il metro di distanza, unica deroga è ammessa per i percorsi inferiori ai 15 minuti. 
A Mandello invece il lunedì e mercoledì pomeriggio, quando l'orario della scuola primaria prevede il rientro pomeridiano e l'uscita alle ore 16, in un unico pulmino vengono caricati sia i bambini delle materne di Olcio e Somana, sia quelli della primaria. Il pulmino è pieno tanto che i bambini si siedono in tre su due sedili.

Non viene quindi rispettata nè la distanza di sicurezza imposta dalle normative Covid e il percorso (Olcio, scuola Pertini, Somana) è ben più lungo dei 15 minuti previsti per deroga al distanziamento.

Da sottolineare, inoltre, che sotto i 6 anni non sussiste l'obbligo di indossare la mascherina, per cui risulta pericoloso e grave avvicinare gruppi appartenenti a diversi ordini scolastici, incrementando la possibilità di diffusione del virus.  Di questa scelta (trasporto congiunto materne/primaria) i genitori non sono stati avvisati preventivamente dal Comune.

«Alcuni genitori si fanno carico del trasporto»

È chiaro che, da quando i bambini dell'asilo frequentano scuole materne che non fanno più riferimento alla loro area di residenza, ma vengono spostati presso altre strutture, soprattutto quelle periferiche che risentono maggiormente del calo demografico e che con pochi bambini avrebbero difficoltà di gestione, il servizio di trasporto offerto dal comune riveste un ruolo fondamentale. Per evidenti timori di contagio, alcuni genitori, in completa autonomia, hanno così deciso di ritirare i loro figli e farsi carico del trasporto, incorrendo in problemi organizzativi familiari non indifferenti.

Comunicazione, dialogo e condivisione di soluzioni con i genitori interessati al servizio sono fattori fondamentali per un'ordinata e condivisa gestione di un aspetto, quello della mobilità scolastica, che, insieme alla didattica stessa, risulta fondamentale per un'ordinata ripresa dell'attività scolastica. 

Mandello, Fasoli giura: si insedia il rinnovato Consiglio comunale

Come Casa Comune proponiamo al sindaco Fasoli di verificare la situazione e di determinare, se necessario, una differenziazione delle fasce orarie del trasporto, come peraltro previsto dalle norme in vigore. Una seconda soluzione potrebbe essere utilizzare i fondi destinati al Comune per l'emergenza Covid per noleggiare un altro pulmino in modo da garantire il servizio in sicurezza.

Alla luce dei dati allarmanti di questi ultimi giorni il gruppo consiliare di minoranza chiede di essere informato su tutti gli aggiornamenti relativi l'emergenza sanitaria in corso e si rende disponibile a collaborare qualora venisse istituito un apposito tavolo di lavoro.

Casa Comune per Mandello Democratica

Torna su
LeccoToday è in caricamento