Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

La sfida di Anna e Cecilia: condividere l'Odaka Yoga a Lecco

Le due giovani, conosciutesi durante un corso di formazione online, hanno avviato un'attività per promuovere uno stile poco conosciuto nel territorio: "Offriamo spunti di consapevolezza e arricchimento personale"

Si sono conosciute casualmente, durante un corso di formazione online, ignorando di vivere nella stessa città. Ma da subito hanno capito che insieme potevano porare avanti il proprio sogno. Cecilia Corti e Anna Dell'Era, insegnanti di Odaka Yoga, hanno preso il coraggio a piene mani e si sono centrate su un obiettivo nobile: diffondere questo stile nel Lecchese, dove ancora è poco conosciuto. Così hanno trasformato una passione in un'attività didattica (sui social con il nome di "Odaka Yoga Lecco") che ha come principale scopo far stare meglio le persone.

"Proprio il fatto di esserci conosciute casualmente ci ha dato la forza e il coraggio di lanciarci in questo progetto" spiegano Anna e Cecilia.

Cos'è odaka

Odaka è uno stile di yoga innovativo rispettoso della tradizione millenaria dello yoga che integra gli insegnamenti dello zen, della via del guerriero e della biomeccanica del corpo che vuole avere un approccio di consapevolezza a 360° in cui la pratica diventa una ricerca di sé e del percorso da seguire anche al di fuori del tappetino.

Come e quando vi siete avvicinate allo yoga odaka?

C: "Entrambe eravamo super incasinate. Personalmente mi sono avvicinata a questo stile di yoga durante il primo lockdown, nella primavera 2020. Sentivo che la situazione poteva avere risvolti negativi, così per rimanere centrata mi sono messa in gioco, uscendo volutamente dalla mia zona di comfort. Avevo bisogno di trovare qualcosa che mi sostenesse dal punto di vista interiore e fisico e ho scoperto l'Odaka Yoga: è stato amore a prima vista".

A: "Un'amica terapeuta mi ha parlato di come questa pratica andasse in profondità e come si avvicinasse agli insegnamenti psicologici. Ho iniziato a praticarla, capito di cosa parlava e deciso durante il primo lockdown di approfondire questa conoscenza per entrare nel vero significato di odaka".

In cosa è consistito il vostro percorso di formazione?

A-C: "Il percorso di formazione, certificato anche dallo Csen (ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, ndr), costituito da lezioni teoriche e pratiche, tenuto direttamente dai due fondatori dello stile odaka e dai formatori, parte da una base di 250 ore più ulteriori moduli che permettono di approfondire diversi ambiti quali respirazione e meditazione, trauma informed e altri".

Il programma dei corsi di meditazione e di odaka

Perché hai sentito la voglia di diventare insegnante e aprire una tua attività?

C: "È partito tutto da un desiderio di crescita personale che si è tramutato nel rispondere a diverse richieste di informazioni e manifestazioni di interesse ricevute. Il fatto di esserci conosciute durante il corso di formazione e avere riscontrato una certa sintonia fra noi è stato un'ulteriore molla".

A: "Anche io desideravo approfondire per questione personale di conspevolezza e ascolto di me stessa. Durante il percorso ho capito che lo yoga è lo strumento che mi ha permesso più di ascoltarmi e comunicare con il mio corpo, mente e spirito, e ho sentito di voler aiutare le altre persone a riscoprire le proprie risorse in armonia con mente, corpo, spirito e con l'ambiente in cui vivono".

Qual è l'obiettivo?

A+C: "Ciò che proponiamo è aperto a chiunque. Vogliamo condividere la nostra esperienza e il nostro viaggio per offrire spunti di consapevolezza e arricchimento personale. Crediamo molto nel valore della condivisione".

Per ulteriori informazioni

I canali social per seguire l'attività di Odaka Yoga Lecco:

Facebook

Instagram

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida di Anna e Cecilia: condividere l'Odaka Yoga a Lecco

LeccoToday è in caricamento