Taglio dei Cedri a Olginate, il sindaco: «Scelta necessaria. Ci sarà un'area ancora verde, ma più sicura»

Dopo le critiche di opposizione e Legambiente, Passoni torna sulla scelta di abbattere gli storici alberi davanti all'ex municipio: «Disponibile ad ogni chiarimento». Strada chiusa anche sabato per i lavori

Il sindaco di Olginate Marco Passoni.

Strada chiusa oggi a Olginate, nei pressi dell'ex municipio, per permettere la continuazione delle opere di abbattimento dei sei Cedri dell'Himalaya. L'intervento ha preso il via ieri e si concluderà entro domani, sabato 29 febbraio (quando la tratta di via Redaelli resterà ancora chiusa), o al massimo domenica. Una scelta, quella di tagliare gli storici alberi, presa dall'Amministrazione comunale per motivi di sicurezza e fortemente criticata dall'opposizione "Olginate si Cambia" che aveva chiesto di salvare le piante attuando solo le necessarie opere di regolamentazione e potatura. La decisione di eliminare i cedri piantati 120 anni fa ha diviso il paese ed è stata bocciata anche da Legambiente Lecco, come si legge in un comunicato diffuso nel giorno di apertura del cantiere in via Redaelli. Oggi il sindaco Marco Passoni è tornato sull'argomento, pubblicando sul gruppo Facebook "Sei di Olginate se..." un intervento nel quale risponde alle critiche motivando nuovamente la propria scelta di cui aveva parlato lunedì sera in Commissione alla presenza dell'agronomo Elia Galbusera. Ecco il testo scritto dal primo cittadino.

Mi sembra giusto fare un po’ il punto rispetto a quanto ho letto in questi giorni… Non pretendo che le scelte dell’Amministrazione vengano sempre condivise da tutti, ma vorrei rassicurare gli Olginatesi su alcune questioni: a differenza di quanto si dice, non è stata una decisione presa a cuor leggero in fretta e furia, ma stiamo lavorando al Piano del Verde dalla fine del 2018, dagli eventi atmosferici straordinari del mese di ottobre, abbiamo seguito le procedure, rispettato tutti i passaggi burocratici e ottenute le autorizzazioni degli organi competenti.

Il progetto che riguarda la zona dell’Ex Municipio non prevede certo parcheggi, colate di cemento e men che meno antenne, bensì una riqualificazione dell’area e la piantumazione di nuove essenze. Ovviamente la scelta più semplice e politicamente conveniente sarebbe stata quella di rimandare la scelta alle generazioni future, alle quali invece vorrei lasciare una zona verde, vivibile e sicura per tutti. Infine, per chiarezza, non abbiamo iniziato i lavori in anticipo poiché l’ordinanza emessa riguardava la chiusura della strada, che partirà da oggi. Chi avesse voglia di approfondire, discutere, esprimere il proprio dissenso o cercare di comprendere, mi troverà anche oggi sul cantiere o in ufficio nei prossimi giorni. Buona giornata

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Passoni, sindaco di Olginate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Elezioni 2020, rese note le preferenze: Antonio Rossi il più votato, Bonacina ancora "top" tra le donne

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Quattordicenne finisce in ospedale per intossicazione etilica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento