Lombardia, continua la lotta al cinghiale: nel Lecchese abbattuti duecento capi

Regione Lombardia ha comunicato i dati rilevati al 5 settembre: raddoppiato il numero di cinghiali uccisi rispetto al 2018

«Sono stati abbattuti nel 2019 in Lombardia 2.456 cinghiali: 788 con i piani di controllo attuati dalle Polizie provinciali e 1.668 in tre mesi grazie alla caccia di selezione introdotta dalla Regione Lombardia». Questi i dati diffusi dall'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi.

«La presenza massiccia è pericolosa per l'uomo»

«La presenza massiccia di questi animali - ha aggiunto Rolfi - puo' essere pericolosa per l'uomo, oltre che dannosa per l'agricoltura. Pochi giorni fa, in Liguria, un uomo è stato ucciso da un cinghiale, così com'è successo a Lodi a gennaio». «Questi animali - ha continuato - si stanno spostando anche nelle aree urbane, a Como per esempio. Era necessario intervenire con decisione e la Regione Lombardia ha già fatto tutto quanto di propria competenza, sfruttando ogni strumento messo a disposizione dalla legge».

Sono 1.334 i cinghiali abbattuti nel 2019 in Lombardia, quasi cento nel Lecchese

«Abbattimenti raddoppiati»

Nel 2018 in Lombardia erano stati abbattuti in totale circa 1.300 esemplari al 31 agosto. Quest'anno sono dunque raddoppiati gli abbattimenti. «E' il risultato della legge regionale sui cinghiali, voluta per dare tutti gli strumenti possibili relativi alla gestione della fauna selvatica. Abbiamo imposto un cambio di marcia. Anche perchè l'alleanza tra agricoltori e cacciatori è cruciale. Proprio per questo la Regione Lombardia ha esteso agli agricoltori abilitati, che abbiano subito danni ai raccolti, la possibilità di sparare ai cinghiali per tutto l'anno" ha aggiunto poi l'assessore, ricordando l'importanza dell'attività venatoria: «I cacciatori svolgono gratuitamente una attività utile alla collettività».

In meno di un mese abbattuti 66 cinghiali nel Lecchese

Pratica del foraggiamento

«La Regione Lombardia - ha detto ancora l'assessore Rolfi - quest'anno ha introdotto anche la pratica del foraggiamento per sostenere il prelievo in selezione, che si sta rivelando efficace». «Nelle prossime settimane - ha annunciato - adotteremo nuovi provvedimenti volti a semplificare le modalità di svolgimento delle attività di contrasto e a snellire le pratiche per ottenere l'abilitazione alla caccia al cinghiale, in attesa che anche a Roma si diano una mossa». Di seguito il dettaglio degli abbattimenti con l'indicazione della Provincia, il numero degli abbattimenti in controllo e di quelli operati con la caccia di selezione.

Abbattimenti eseguiti sul territorio regionale, duecento nel Lecchese

Bergamo 222 abbattimenti in controllo / 1 abbattimenti con la caccia di selezione
Brescia - / 96
Como 117 / 897
Varese - / 281
Cremona 58 / Non prevista
Mantova Non previsto / Non prevista
Lecco 8 / 192
Monza Non previsto / Non prevista
Milano 8 (comune San Colombano al Lambro) / In fase di avvio
Lodi 1 / In fase di avvio
Pavia 75 / 201
Sondrio 299 / Non consentita

(dati aggiornati al 5 settembre)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Venezia. Imbarcazione si schianta: morto il recordman Buzzi, ferito Invernizzi

  • Tragedia di Venezia: Nicolini è la seconda vittima lecchese. Invernizzi sotto osservazione

  • Valmadrera: si cerca Cesare Piras, visto l'ultima volta in città

  • Addio al genio Fabio Buzzi: ha scritto la storia della motonautica

  • Calolzio: gratta e vince 100.000 euro nella tabaccheria del centro

  • Resta bloccata con l'auto al passaggio a livello, donna brianzola denunciata

Torna su
LeccoToday è in caricamento