menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'edificio che ospitava le scuole

L'edificio che ospitava le scuole

Colico di tutti: «Le vecchie scuole ospitino la Casa della salute»

Proposta del neocostituito movimento: «L'Amministrazione comunale ha un progetto di trenta mesi, ma ai medici serve adesso, anche per la prossima campagna vaccinale anticovid»

Il movimento Colico di Tutti ha costituito al suo interno dei gruppi di lavoro su aree tematiche che elaboreranno proposte e progetti per lo sviluppo e la crescita della nostra comunità. Colico di Tutti presenta oggi un primo studio sulla medicina locale con l'analisi rispetto alla situazione attuale e proposte concrete circa i futuri servizi ai quali «un'Amministrazione attenta alle reali e primarie esigenze dei propri cittadini - spiegano - dovrà responsabilmente e necessariamente dare risposte. L'amministrazione precedente a quella attuale aveva lasciato un progetto strutturato e già autorizzato per una Casa della Salute, progetto che però è stato inspiegabilmente fatto decantare. Se l'attuale Amministrazione lo avesse realizzato, oggi la Casa della salute sarebbe fatto compiuto e fruibile per tutta la cittadinanza, invece c'è stata inadempienza e totale disinteresse, tant'è che i medici di Medicina generale si sono attivati autonomamente per una loro iniziativa nel giugno 2020. Per questa loro iniziativa siamo grati ai nostri Medici, perché nell'assoluto buio amministrativo, hanno tentato una soluzione che fosse d’aiuto per l'intera comunità».

Dervio, Dorio e Colico "fanno squadra": pioggia di contributi dalla Regione

«Nel mese di dicembre invece, in vista della prossima campagna elettorale, è stata lanciata un'ipotesi dell'amministrazione comunale, ancora non ben definita con una tempistica di realizzazione altrettanto approssimativa di 30 mesi. La Casa della salute non servirà tra 30 mesi - spiegano da Colico di Tutti - Serviva subito già negli anni 2011-16, quando l'Amministrazione Grega aveva steso il proprio progetto. Oggi siamo in ritardo su quel progetto di cinque anni, ai quali dovremo sommare i futuri e fumosi 30 mesi. Per questo, Colico di Tutti ritiene che sia indispensabile aprire una sede provvisoria della Casa della salute nell'edificio delle vecchie scuole, in attesa che possa realizzarsi il progetto definitivo. Il collocamento della Medicina Generale e del Centro Prelievi in questa sede può avvenire in sei mesi e non tra speranzosi due anni e mezzo. Questa collocazione darebbe da subito alla cittadinanza la comodità di una sede più accessibile, con ampi parcheggi, con spazi più adeguati, e un servizio differente da quello odierno».

La proposta

Il movimento ritiene infatti che «nella Casa della salute ci debbano essere servizi aggiuntivi a quelli che sono erogati ora nel territorio comunale, non deve essere la somma dell'esistente ma un plus. Ad esempio, deve offrire servizi specifici per i malati cronici (prescrizione presidi, commissioni invalidi, controlli specialistici). Pensiamo ai diabetici, ai broncopatici, ai portatori di invalidità neurologiche, che ora devono accedere a servizi che non sono presenti in uno dei comuni più popolosi del Lario. Inoltre, Colico di Tutti si farà fin d'ora parte attiva nel proporre formalmente all'attuale amministrazione di destinare i locali necessari delle vecchie scuole per la prossima campagna vaccinale anticovid. Infatti, se nei prossimi mesi ci fosse la possibilità in Colico di vaccinare la popolazione con l'aiuto dei nostri medici di medicina generale, secondo le strategie di una campagna vaccinale di massa nazionale, noi siamo convinti che il luogo più idoneo per farlo sia quello delle vecchie scuole. La loro volumetria garantirebbe il distanziamento sociale e un numero di slot vaccinali sufficienti a rendere più rapida la vaccinazione. Colico di Tutti ritiene che la prossima amministrazione comunale debba concentrare le proprie energie progettuali e finanziarie nel dare risposte alle esigenze di salute dei propri cittadini, partendo da una sede adeguata per la Casa della Salute e il completamento del Centro Diurno, anch'esso totalmente abbandonato sia sul piano progettuale come nella manutenzione ordinaria, che ne ha causato in questi cinque anni di totale abbandono un grave degrado strutturale, che richiederà ulteriori risorse economiche per il suo recupero».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento