Sabato anche a Lecco sarà la giornata della Colletta alimentare

Il 30 novembre in 40 supermercati della provincia torna l'appuntamento solidale: nel 2018 raccolte oltre 42 tonnellate di alimenti poi distribuiti da 25 enti del territorio

Anche nel Lecchese, lungo tutta la giornata di sabato 30 novembre, verrà riproposta la Giornata della Colletta Alimentare, giunta all'edizione numero 23. È il gesto con cui la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri indetta da Papa Francesco e resa possibile dal sostegno e dalla collaborazione di Esercito Italiano, Associazione Nazionale Alpini, Associazione Nazionale Bersaglieri, Società San Vincenzo De Paoli, Compagnia delle Opere sociali e da altre centinaia di organizzazioni e gruppi operanti a livello locale.

A Lecco e in provincia la raccolta di generi alimentari (in particolare alimenti per l'infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti) sarà effettuata in una quarantina di supermercati e ipermercati del territorio, dove saranno all'opera almeno 600 volontari: una cifra stimata per difetto, come hanno dimostrato le edizioni degli anni passati, quando altre decine e decine di lecchesi - in particolare studenti ma non solo - si sono aggregati ai volontari "ufficiali" per dare il proprio contributo anche operativo a questo straordinario gesto collettivo di solidarietà.

Che cuore i lecchesi: raccolte oltre 42 tonnellate di generi alimentari

Un piccolo, grande dono assolutamente libero che dà sempre frutti inattesi, in particolare per i rapporti di amicizia e le sorprese umane che la Colletta Alimentare dispensa a chi vi partecipa; frutti inattesi anche relativamente alla quantità di prodotti alimentari che i lecchesi - appartenenti alle più diverse etnie, religioni e idee politiche - acquistano a favore dei poveri: l'anno passato è stata raggiunta quota 42.221 kg, ovvero oltre 42 tonnellate che nel giro di pochi giorni vengono messe a disposizione degli assistiti dagli enti che beneficiano della Colletta.

Nella nostra provincia sono 25 le strutture caritative e assistenziali interessate, comprendendo numerose Caritas parrocchiali, il Coe-Centro orientamento educativo, la Comunità Il Gabbiano e i Somaschi di Vercurago, l'Opera San Martino e l'Istituto Sacra Famiglia; ancora, la Conferenza San Vincenzo e l'Associazione Anfora, la Chiesa Cristiana Evangelica e l'Opera Don Guanella, la Cooperativa Accoglienza e Lavoro e l'Asvap-Associazione volontari aiuto malati psichici, solo per citarne alcune. 

I dati nazionali

Complessivamente, in Italia, gli assistiti sono oltre un milione e mezzo, di cui quasi 345mila sono minori, che fanno capo a oltre 7.500 strutture caritative. Da segnalare che anche quest'anno sarà possibile partecipare alla Colletta facendo la spesa online sulle piattaforme della grande distribuzione che effettuano questo servizio.

«Quello della Colletta - commenta Giovanni Panzeri, referente del Banco Alimentare per la zona di Lecco - continua a essere un gesto concretissimo e semplice per sostenere la speranza dei poveri, accogliendo così l'invito di Papa Francesco. La risposta positiva dei lecchesi e degli italiani è sempre stata più forte della crisi economica e del malessere sociale: crediamo accadrà la stessa cosa anche quest'anno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Tragedia sul Legnone: scomparso stimato professore di Chimica dell'Università Bicocca

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento