Valmadrera, ricostituito il Comitato dei Gemellaggi. Scintille maggioranza-Villa in Consiglio

Il consigliere di Ascolto Valmadrera ha esposto dei soldatini giocattolo verso i consiglieri di maggioranza qualche minuto prima della votazione

Guido Villa, capogruppo di Ascolto Valmadrera in Consiglio comunale

Lunedì 14 si è tenuto il mensile Consiglio comunale all'interno del Centro Culturale Fatebenefratelli. Tra i vari punti all'ordine del giorno anche la costituzione del Comitato dei Gemellaggi, assorbito nel 2014 dalla Consulta per il Turismo; sul tema si era già riunita la relativa Commissione, di conseguenza i lavori sono ripartiti da quanto fissato durante lo specifico tavolo: il sindaco Rusconi ha ripreso quanto detto durante la Commissione e, in particolare, la richiesta del consigliere Guido Villa, capogruppo di “Ascolto Valmadrera”. Il recente candidato sindaco ha richiesto di nominare all’interno del Comitato un rappresentante per ogni schieramento politico, data la valenza sociale, culturale e comunitaria dello stesso.

Valmadrera: ricevuta in comune la delegazione di Weissenhorn. Donato un quadro della città tedesca

La maggioranza ha proposto due emendamenti, per bocca stessa del primo cittadino Rusconi. Le modifiche risiedevano nella dicitura del regolamento relativa a questo tema: da “un rappresentante della minoranza” si passerebbe a “almeno un rappresentante della minoranza”, con l’impegno del Sindaco e del Capogruppo di Progetto Valmadrera a nominare un solo rappresentante per consentire a ciascuno schieramento politico di avere la propria rappresentanza. Il consigliere Guido Villa e il consigliere Elio Bartesaghi hanno ritenuto la proposta di modifica non soddisfacente, poiché la loro intenzione è quella di prevedere per il futuro rappresentanti della minoranza anche nel caso di più schieramenti politici.

Villa espone dei soldatini verso la maggioranza: è scontro

Ne è nata una discussione che ha fatto sbottare Rusconi, che ha annunciato, in un primo momento salvo poi ritornare sui suoi passi, di voler ritirare gli stessi emendamenti («Così avrete ragione a dire che sono antidemocratico», ha detto il primo cittadino durante la concitata discussione). A rincarare la dose è stato lo stesso Villa, che ha esposto dei soldatini di Lego con tanto di bandiera italiana, li ha rivolti verso i consiglieri della maggioranza e ha spiegato come «il sindaco vi ha messo in fila durante la commissione», venendo immediatamente stoppato da Rusconi e dagli stessi consiglieri di Progetto Valmadrera.

Valmadrera-Weissenhorn, nuovo atto del gemellaggio: consegnate le chiavi dell'amicizia

Il gesto ha chiaramente dato vita a un acceso batti e ribatti, che, una volta sedatosi, ha portato alla votazione, con esito positivo, sulla costituzione del Comitato: la maggioranza stessa ha avuto un confronto esplicito sul fatto di mantenere l’emendamento, dopodichè si è proceduto con l’approvazione, «ritenendo che prima dei contrasti fra le parti ci sia il bene del comune e della opportunità offerta dai gemellaggi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento