«Teleriscaldamento: sarebbe anacronistico continuare»

La Rete Consiglieri Informati di Lecco in vista dell'Assemblea dei Comuni soci di Silea che si svolgerà giovedì

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Apprendiamo dai media che il nuovo sindaco di Lecco Gattinoni ha assunto una delega specifica alla “Sostenibilità”. Nel contempo tutto tace attorno alla fase di valutazione dell'unico progetto di teleriscaldamento rimasto che deve essere giudicato dalla Commissione Tecnica appositamente istituita.

A ben vedere questi due aspetti non possono che essere collegati tra loro: se la questione della sostenibilità che si vorrebbe qualificante (sia dal punto di vista socio economico che ambientale) viene assurta ad indicatore base di un'amministrazione, il progetto del teleriscaldamento, con tutte  le questioni ambientali, di salute ed economici, che sottende, dovrebbe rappresentare una priorità su cui verificare la dichiarata sensibilità ecologica.

Come mai allora nessun accenno o nota pubblica che accompagni l'iter di questa annosa questione che si può ben definire a valenza territoriale se non anche regionale?

La trasparenza dovrebbe essere o no di casa anche e soprattutto in un'amministrazione che si fregia al suo interno di importanti componenti a sensibile valenza ambientale?

È una fastidiosa pretesa la richiesta di rendere una puntuale informazione all'opinione pubblica da parte delle realtà preposte, a partire da Silea, (la SPA pubblica esclusivamente partecipata dai comuni della nostra Provincia) a cui è stato in sostanza delegato lo svolgimento /affiancamento dell'iter del Teleriscaldamento?

Un'amministrazione che si definisce attenta alla sostenibilità , ancor prima del giudizio della Commissione Tecnica esaminatrice, non dovrebbe verificare se le ipotesi sul tappeto, circa le fonti d'alimentazione alternative all'attuale combustione da rifiuti, siano realmente e non solo nominalmente virtuose?

Del resto i comuni stessi soci di Silea hanno vincolato proprio al rispetto di effettive virtuosità ambientali l'ipotizzata implementazione del Teleriscaldamento.

Dovrebbe essere noto infatti che ad esempio la combustione delle bio masse, come del resto del gas (indicate tra il novero della possibili soluzioni adottabili), pur essendo classificate “fonti rinnovabili”, non è certo scevra da possibili effetti sulla salute delle sue emissioni comprese le evidenti enormi quantità di CO2 prodotte, che con la sbandierata “Sostenibilità” farebbero a pugni!

E farebbero a pugni proprio perché ci sono già esempi realmente virtuosi da vari punti di vista (ambientale, occupazionale, economico e sanitario, quanto meno per il principio di precauzione) che sicuramente assicurerebbero una gestione intelligente e realmente sostenibile del ciclo dei rifiuti: il modello tendente ai "Rifiuti Zero".

Esempi pronti per essere seriamente presi in considerazione e implementati.

Si può infatti quasi azzerare l'effetto inquinante di ogni qualsivoglia combustione oltre che recuperare tutta la “materia prima” possibile.

Attendiamo perciò mirate e tempestive risposte, anche a nome dei cittadini del territorio che da sempre seguono lo svolgimento di questa pluriennale vicenda di grande valore per tutta la Collettività.

E continuiamo a sperare in un ravvedimento operoso di chi ci rappresenta nei vari ambiti collegati non avallando logiche ormai sempre più miopi e anacronistiche.

Si abbia il coraggio, oltre che di cambiare passo, di cambiare finalmente direzione servendo realmente l'interesse collettivo lungimirante e non le “ convenienze ” dell'esistente.

I sottoscrittori:

  • Enzo Venini -  Colico
  • Salvatore Krassowski - Cernusco Lombardone
  • Paolo Dell'Oro - Ballabio
  • Dal Lago Aldo -  Colle Brianza
  • Germano Bosisio - Oggiono
  • Tiziana Rinaldi - Oggiono
  • Rocco Miraglia -  Castello di Brianza
  • Livia Mastrini - Dorio
  • Lucio Vaccani - Galbiate
  • Sandro Magni - Lecco
  • Fabio Casadonte - Colico
  • Ivan Sormani – Lecco
  • Fabio Cavallazzi – Primaluna
  • Giovanni Fracasso – Cremella
  • Nadia Carro – Cremella
  • Andrea Torri – Lecco
  • Giovanni Dego – Colico
  • Ratti Serena – Colle Brianza
  • Riva Massimo - Lecco
  • Cantaluppi Rodolfo – Colle Brianza
Torna su
LeccoToday è in caricamento