Coronavirus, il punto. Nel Lecchese si va oltre quota mille, deceduto il dottor De Gilio

Il vicepresidente regionale Sala: «positivi i dati ottenuti tramite il monitoraggio del cambio delle celle cui si agganciano gli smartphone». In 7-10 giorni «sarà finito l'ospedale di Bergamo»

Giulio Gallera, Assessore al Welfare di Regione Lombardia

Prosegue il trend già disegnato dalla giornata di domenica per quanto riguarda l'aumento dei casi d'infezione da Covid-19 in Lombardia, seppur con una lieve risalita. Così com'era accaduto 24 ore fa, il canonico bollettino sulla situazione regionale ha fatto registrare un'altra giornata abbastanza positiva anche per quanto riguarda il nostro territorio.

Nella nostra provincia si contano 1.015 infezioni dall'inizio dell'epidemia, con un aumento di 81. Nei giorni precedenti, l'incremento era stato di 62, 54, 142, 146, 64. I dati sono stati snocciolati dall'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la quotidiana diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizieOnline per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Le istituzioni invitano ovviamente alla prudenza, ma la tendenza è piuttosto uniforme in tutto il territorio lombardo.

«La situazione nell'ospedale di Lecco è tra quelle più complesse», ha detto l'assessore durante la trasmissione live.

I casi per provincia con l'aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

Bergamo:

6.728 (+257)
ieri: 6.471 (+255)
l'altro ieri: 6.216 (+347)
e nei giorni precedenti:
5.869 (+715)/5.154 (+509)/4.645(+340)/4.305/3.993/3.760/3.416/2.864/2.368/2.136/1.815/1.472/1.245/997/761/623/537

Brescia:

6.298 (+393)
ieri: 5.905 (+588)
l'altro ieri: 5.317 (+289)
e nei giorni precedenti:
5.028 (+380)/4.648(+401)/4.247(+463)/3.784/3.300/2.918/2.473/2.122/1.784/1.598/1.351/790/739/501/413/182/155

Como:

635 (+54)
ieri: 581 (+69)
l'altro ieri: 512 (+60)
e nei giorni precedenti:
452 (+72)/380(+42)/338(+52)286/256/220/184/154/118/98/77/46/40/27/23/11/11

Cremona:

3.061 (+136)
ieri: 2.925 (+30)
l'altro ieri: 2.895 (+162)
e nei giorni precedenti:
2.733 (+341)/2.392(+106)/2.286(+119)/2.167/2.073/1.881/1.792/1.565/1.344/1.302/1.061/957/916/665/562/452/406

Lecco: 

1.015 (+81)
ieri: 934 (+62)
l'altro ieri: 872 (+54)
e nei giorni precedenti:
818 (+142)/676(+146)/530(+64)/466/440/386/344/287/237/199/113/89/66/53/35/11/8

Lodi:

1.860 (+43)
ieri: 1.817 (+45)
l'altro ieri: 1.772 (+79)
e nei giorni precedenti:
1.693 (+96)/1.597(+69)/1.528(+83)/1.445/1.418/1.362/1320/1.276/1.133/1.123/1.035/963/928/853/811/739/658

Monza Brianza:

1.454 (+324)
ieri: 1.130 (+22)
l'altro ieri: 1.108 (+24)
e nei giorni precedenti:
1.084 (+268)/816(+321)/495(+94)/401/376/346/339/224/143/130/85/65/64/59/61/20/19

Milano:

5.701 (+375) di cui 2297 a Milano città (+121)
ieri: 5.326 (+230) di cui 2.176 a Milano città (+137)
l'altro ieri: 5.096 (+424) di cui 2.039 a Milano città (+210)
e nei giorni precedenti:
4.672 (+868)/3.804 (+526)/3.278 (+634)/(+287)/2.644/2.326/1.983/1.750/1.551/1.307/1.146/925/592/506/406/361

Mantova:

1.093 (+108)
ieri: 985 (+80)
l'altro ieri: 905 (+63)
e nei giorni precedenti:
842 (+119)/723 (+87)/636(+122)/514/465/382/327/261/187/169/137/119/102/56/46/32/26

Pavia:

1.499 (+55)
ieri: 1.444 (+138)
l'altro ieri: 1.306 (+112)
e nei giorni precedenti:
1.194 (+89)/1.105(+94)/1.011(+33)/978/884/801/722/622/482/468/403/324/296/243/221/180/151

Sondrio:

253 (+45)
ieri: 208 (+3)
l'altro ieri: 205 (+26)
e nei giorni precedenti:
179 (+16)/163 (+8)/155(+80)/75/74/46/45/45/23/23/13/7/7/6/6/4/4

Varese:

450 (+29)
ieri: 421 (+35)
l'altro ieri: 386 (+27)
359 (+21)/338(+28)/310/+45)/265/232/202/184/158/125/98/75/50/44/32/27/23/17

I dati in Lombardia

Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni precedenti:

- i casi positivi sono: 30.703 (+1.942)
ieri: 28.761 (+1.555)
l'altro ieri: 27.206 (+1.691)
e nei giorni precedenti: 25.515 (+3.251), 22.264(+2.380),
19.884, 17.713, 16.220, 14.649, 13.2729, 11.685, 9.820, 8.725,
7.280, 5.791, 5.469, 4.189, 3.420, 2.612

- i deceduti: 4.178 (+402)
ieri: 3.776 (+320)
l'altro ieri: 3.456 (+361)
e nei giorni precedenti: 3.095 (+546), 2.549 (+381), 2.168,
1.959, 1.640, 1.420, 1.218, 966, 890, 744, 617, 468, 333, 267,
154

- i dimessi e in isolamento domiciliare: 15.620 di cui 6.657
(+600 in un giorno) con almeno un passaggio in ospedale (anche
solo pronto soccorso) e 8.963 persone per le quali non si rileva
nessun passaggio in ospedale

- in terapia intensiva: 1.194 (+11)
ieri: 1.183 (+41)
l'altro ieri: 1.142 (+49)
e nei giorni precedenti: 1.093 (+43), 1.050(+44), 1.006, 924,
879, 823, 767, 732, 650, 605, 560, 466, 440, 399, 359

- i ricoverati non in terapia intensiva: 9.711 (+445)
ieri: 9.266 (-173)
l'altro ieri: 9.439 (+1.181)
e nei giorni precedenti: 8.258 (+523), 7.735(+348), 7.387,
7.285, 6.953, 6.171, 5.550, 4.898, 4.435, 4.247, 3.852, 3319,
2.802, 2.217, 1.661

- i tamponi effettuati: 76695
ieri: 73.242
e nei giorni precedenti: 70.598, 66.730, 57.174, 52.244, 48.983,
46.449, 43.565, 40.369, 37.138, 32.700, 29.534, 25.629, 21.479,
20.135, 18.534, 15.778

Deceduto il dottor De Gilio

Si allunga la lista dei camici bianchi strappati alla vita e alla professione dal Covid-19. E' appena giunta la notizia che nei giorni scorsi è deceduto Domenico De Gilio, medico di famiglia già iscritto alla Fimmg di Lecco, che si era trasferito alla fine del 2019 a Chiavenna. Sono così 25 i medici morti dall'inizio della pandemia, nel 50% dei casi si tratta di medici di famiglia.

Gallera: «Nuovi posti di terapia intensiva, ma non è finita qui»

«La Regione Lombardia è riuscita ad aumentare del 110% i posto in terapia intensiva portandoli - da 724 - a 1500». Lo ha sottolineato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la consueta diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizeOnline per fare il punto sull'emergenza coronavirus. «Non è finita - ha aggiunto - perchè vogliamo continuare a garantire un'assistenza adeguata e ricoverare chi ne ha piu' bisogno. Mercoledì ne apriamo altri 5 a Legnano e, 5 al San Carlo e giovedì 16 al Policlinico e 10 al Niguarda».

Continua anche il lavoro serrato per alleggerire gli ospedali più in difficoltà. Sempre mercoledì, infatti, sarà operativo l'ospedale da campo di Crema dove lavoreranno 52 fra medici e infermieri cubani. Andranno invece al Papa Giovanni di Bergamo 30 medici russi inizialmente destinati a Sondalo. Sempre a Bergamo, in fiera, è in fase di allestimento un ospedale da campo realizzato dall'associazione nazionale Alpini della Lombardia. «Stiamo lavorando anche sull'area di Brescia - ha aggiunto - e a tutto il personale va il nostro grazie. Qui sono 90 i posti letto ricavati, segno della grande capacità gestionale ed operativa, visto che anche l'ospedale di Orzinuovi è stato riadattato».

Gallera, prima di illustrare i dati della giornata ha sottolineato che «a Codogno, comune del Lodigiano dove, un mese fa, ci sono stati i primi casi di Coronavirus in Italia, oggi le persone positive sono 268, con zero contagi in più rispetto a ieri». Allo stesso tempo ha invitato a leggere con attenzione i dati odierni relativi alla provincia di Monza e Brianza perchè, molto probabilmente, oggi sono arrivati risultati di campioni di giorni precedenti.

Sala: «Ridotti gli spostamenti in Lombardia»

«I dati degli spostamenti delle persone che si muovono in Lombardia ci stanno dando segnali confortanti, segno che i cittadini hanno capito di non muoversi da casa se non per reali e indifferibili necessità». Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala illustrando i dati sugli spostamenti dei lombardi desunti dal monitoraggio del cambio di celle telefoniche alle quali si agganciano gli smartphone in collaborazione con le compagnie che gestiscono i servizi di telefonia mobile.

«Ieri, primo giorno di ulteriori restrizioni - ha spiegato il vicepresidente Sala - abbiamo avuto un 37% di spostamenti, ben sei punti percentuali sotto rispetto al lunedì precedente. Questo significa che i cittadini lombardi hanno a cuore il problema e si muovono soltanto per motivi lavorativi, di salute o per acquistare beni di prima necessità. Il week end ha toccato la punta minima del 26% nella giornata di domenica - ha proseguito il vicepresidente Sala - un dato che dimostra che sono state ridotte al minimo anche le passeggiate e le uscite, dopo la nostra ordinanza in cui abbiamo deciso di vietare di praticare attività all'aria aperta anche singolarmente. I risultati arrivano - ha concluso Fabrizio Sala - dobbiamo fare ulteriori sacrifici per non disperdere questi grandi sforzi che noi tutti stiamo compiendo».

spostamenti-smartphone-24-marzo-2

Foroni a Bergamo: «Ospedale pronto in 7-10 giorni»

Gli assessori regionali alla Protezione civile Pietro Foroni e alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi hanno fatto un sopralluogo oggi presso la Fiera di Bergamo dove è in fase di allestimento l’ospedale da campo realizzato dall’associazione nazionale Alpini della Lombardia.

«Insieme all’assessore Claudia Terzi – ha detto l’assessore Foroni - siamo venuti qui oggi per verificare direttamente lo stato dei lavori per il nuovo Ospedale da Campo in Fiera a Bergamo e renderci conto di persona dell’andamento dei lavori, coordinati dagli alpini della Lombardia. A loro, che rappresentano una parte così importante della nostra Protezione civile, va quindi un grandissimo ringraziamento per la dedizione e l’impegno che, come sempre, stanno dimostrando nel portare avanti anche questa sfida».

«L’impressione che abbiamo avuto è stata senz’altro positiva - ha continuato l'assessore Foroni - e l’obiettivo di rendere operativo questo ospedale entro una settimana o al massimo dieci giorni appare tutt’altro che aleatorio. Le imprese stanno lavorando con 3 turni giornalieri, di fatto 24 ore full time. Sarà un vero e proprio ospedale con un oltre un centinaio di posti letto, dei quali 104 dedicati a terapia intensiva e sub-intensiva, che darà un grande contributo nel risolvere la straordinaria emergenza che stiamo affrontando».

foroni bergamo terzi sopralluogo ospedale-2

«Alla Fiera di Bergamo – ha commentato  l’assessore Terzi - si lavora incessantemente per realizzare un nuovo ospedale da campo, in modo da incrementare in maniera sensibile i posti letto disponibili compresi quelli per le terapie intensive e sub intensive».

«Il mio sentito grazie all’Associazione Nazionale Alpini della Lombardia che sta coordinando i lavori con l’obiettivo di aprire entro 7-10 giorni. Un grazie anche - ha continuato l'assessore Terzi che è anche coordinatore del tavolo territoriale di Regione Lombardia a Bergamo - a tutti i volontari, a Confartigianato e a tutti coloro che si stanno spendendo per realizzare questo ospedale, fondamentale per affrontare questo terribile periodo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La mia terra bergamasca - ha concluso -  sta soffrendo enormemente e non smetterò mai di ringraziare tutti coloro che stanno dando il massimo in questa battaglia estenuante».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria a Olginate, morto l'uomo colpito nell'agguato

  • Sparatoria di Olginate, Passoni: «Parenti della vittima in collera, ma serve mantenere la calma»

  • Dove gustare un buon aperitivo a Lecco

  • Agguato a Olginate, esplosi colpi di pistola: uomo in condizioni gravissime

  • Everesting completato! Diciassette ore e quarantuno minuti tra Valmadrera e Pianezzo, l'impresa di Butti e Ciresa

  • Cacciatore colto da malore: elitrasportato a Lecco in gravi condizioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento