Coronavirus, l'appello di sindaci e Usuelli: «Non mandiamo in crisi il sistema sanitario»

Nota unanime dei primi cittadini: «Nei prossimi giorni insieme alla Prefettura di Lecco daremo indicazioni più precise»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli e i Sindaci dei Comuni del territorio provinciale lanciano un appello a tutti i loro cittadini:

«Alla luce delle disposizioni del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 invitiamo i nostri cittadini ad adottare tutte le misure necessarie a contenere il rischio di diffusione del Coronavirus.

In particolare chiediamo di ridurre gli spostamenti, limitandoli a esigenze lavorative, a situazioni di necessità o a motivi di salute, ed evitare qualsiasi assembramento, anche informale, in luoghi come centri commerciali, negozi, parchi, prati, piazze, che possa facilitare la diffusione del virus.

Tutto ciò è necessario per non mandare in crisi il sistema sanitario che da subito ha reagito bene a questa situazione di emergenza senza precedenti, ma che ha dei limiti oggettivi dal punto di vista strutturale che non devono essere assolutamente superati.

Occorre evitare di mandare in sovraccarico e in crisi le terapie intensive delle strutture sanitarie, altrimenti si rischia di non avere più posti letti e personale medico e infermieristico da impiegare in questa situazione d’emergenza.

Nei prossimi giorni insieme alla Prefettura di Lecco daremo indicazioni più precise, nel frattempo richiamiamo tutti i cittadini a un senso di responsabilità per affrontare in modo efficace questa seria emergenza».

Torna su
LeccoToday è in caricamento