Coronavirus, Brambilla: «Non abbandonate gli animali»

L'intervento della parlamentare lecchese: «I volontari Leidaa a disposizione di chi si trova in quarantena o in ospedale»

Un frame del video-appello girato da Michela Vittoria Brambilla.

«Non abbandonate gli animali». Lo chiede, in un videomessaggio, l’onorevole calolziese Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, che mette i volontari di Leidaa a disposizione di tutti coloro che convivono con un animale d’affezione e oggi si trovano in quarantena, in isolamento domiciliare o ricoverati.

«Fortunatamente - afferma l’ex ministro - non è vero che sono in aumento gli abbandoni di cani e di gatti, perché gli italiani amano i loro piccoli amici e l’ultima cosa che vogliono è separarsene. Vero è che tante famiglie vivono situazioni di gravi difficoltà, di sofferenza, e che ci sono moltissime persone impossibilitate ad accudire i loro animali».

Il video appello di Michela Vittoria Brambilla

La presidente di Leidaa risponde positivamente alla richiesta di sostegno da parte della Protezione civile: «Sento la responsabilità, in questo momento così difficile, di mettermi a disposizione del Paese e in particolare di tutti coloro che convivono con un animale d’affezione e oggi si trovano  in quarantena, in isolamento domiciliare o ricoverati. Faremo tutto il possibile perché i nostri amici animali non debbano pagare alla sofferenza un ingiusto tributo. Come la Protezione civile ha chiesto di fare alle organizzazioni animaliste nazionali, metto a disposizione la rete della mia associazione per attività di supporto a chiunque, per qualsiasi motivo connesso con la presente emergenza, non possa accudire i propri animali d’affezione. Parliamo ad esempio della necessità di trovare ricoveri temporanei, di ricevere cure veterinarie, cibo o medicinali».

Il messaggio è semplice e chiaro: «Non abbandonate gli animali, non sono contagiosi, non possono infettarvi. Se per qualsiasi ragione connessa con l’epidemia non riuscite a gestirli, ci pensiamo noi. In queste ore stiamo comunicando alla Protezione civile, che li invierà alle Regioni e all’Associazione nazionale Comuni d’Italia, gli elenchi dei nostri volontari, preparati, autorizzati e disponibili ad aiutare chi non è in grado di accudire il proprio animale. La Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente ed io siamo a disposizione di tutti coloro che si trovano in una situazione di emergenza: telefonate alla nostra sede centrale 02.94351244 e risponderemo alle vostre domande,  oppure consultate il nostro sito www.leidaa.info ».

Garantiti per gli animali d'affezione alimenti e tutela della salute: cosa si può fare e cosa no

«I nostri amici a quattro zampe - conclude l’onorevole Brambilla - non trasmettono il coronavirus, non rappresentano un pericolo. Semmai una grande, preziosa risorsa. Ci danno conforto, affetto, serenità, oggi più che mai. Restate a casa e teneteli con voi. Se non potete, non abbandonateli. Chiedete aiuto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

  • Coronavirus, i dati dell'Asst: pressione stabile su "Manzoni" di Lecco e "Mandic" di Merate

Torna su
LeccoToday è in caricamento