Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Calolziocorte / Via Fratelli Calvi

Covid-19: un'ospite deceduta e un anziano positivo alla casa di riposo di Calolzio. «Chi ha visitato la struttura attui l'isolamento»

Il direttore: «Tutto il personale, al quale va la mia rinnovata stima, si sta prodigando come sempre per garantire cure, assistenza e conforto ai nostri ospiti»

Una donna anziana deceduta dopo essere stata colpita dal Coronavirus, e un altro ospite positivo alla Casa "Madonna della Fiducia" di Calolziocorte. Una brutta notizia confermata poco fa dal direttore della Residenza Sanitario Assistenziale di Foppenico, Ivano Venturini, che ha fatto sapere che tre anziani della casa di riposo hanno ravvisato nei giorni scorsi sintomi da Covid-19: dopo le verifiche mediche sono stati ricoverati. Una di loro purtroppo non ce l'ha fatta, uno si trova in ospedale e un terzo è risultato negativo al tampone. Inoltre i famigliari delle persone assistite nella struttura sono stati contattati ed è stato chiesto loro di mettersi in quarantena a scopo precauzionale come prevede il Protocollo. Sempre la direzione ha inoltre precisato che l'intera vicenda viene seguita con la massima attenzione e trasparenza.

Terzo paziente con sintomi negativo al tampone

«Nella R.S.A. Casa Madonna della Fiducia di Calolziocorte si sono evidenziati tra le giornate di venerdì 6 e sabato 7 elementi sintomatici con decadimento delle condizioni cliniche che hanno fatto scattare la massima allerta e conseguente ospedalizzazione di tre ospiti - spiega il direttore Ivano Venturini - In data 9 marzo purtroppo è avvenuto il decesso presso l’ospedale Manzoni di Lecco della nostra ospite G.P., positiva al Coronavirus. Sempre in data 9 marzo è stata effettuata la comunicazione all’Ats della Brianza. Il giorno successivo è stata confermata dall’ospedale Manzoni di Lecco la positività della seconda paziente, mentre il 3° paziente risulta negativo al Tampone».

Da lunedì 24 febbraio la struttura ha poi adottato una politica di limitazione degli accessi dei visitatori e l’attivazione del protocollo sanitario per “adozione di misure atte a contenere la diffusione di patogeni ad elevato rischio infettivo”.

«Il Centro Diurno Integrato “San Giuseppe” a scopo precauzionale resta chiuso in attesa di concertare con l’Ats le opportune valutazioni - continua il direttore della Casa di riposo di proprietà della parrocchia di Calolzio e della Curia di Bergamo - Si raccomanda ai visitatori che hanno frequentato la struttura di attuare l’autoisolamento. Tutto il personale, al quale va la mia rinnovata stima, si sta prodigando come sempre per garantire cure, assistenza e conforto ai nostri ospiti».

                                                                                           

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19: un'ospite deceduta e un anziano positivo alla casa di riposo di Calolzio. «Chi ha visitato la struttura attui l'isolamento»

LeccoToday è in caricamento