rotate-mobile
L'azienda conferma / Maggianico / Viale Giacomo Brodolini

Adesso è ufficiale: il centro vaccinale del PalaTaurus chiude i battenti

351.599 le dosi somministrate. Venerdì 18 febbraio gli over 12 potranno vaccinarsi anche di sera. All'ospedale "Manzoni" una linea in più

Confermato: il PalaTaurus smette di essere un centro vaccinale. Asst Lecco ha reso ufficiale la notizia attraverso una nota diffusa alla stampa nel pomeriggio di giovedì: “Chiuderà il prossimo 28 febbraio il centro vaccinale massivo Palataurus di Lecco”, si legge nelle righe diffuse da via dell'Eremo. Le motivazioni sono facili da ricercare: “La chiusura dell’Hub nei locali di Viale Brodolini, in funzione da aprile 2021, è contestuale al fisiologico calo delle prenotazioni di questo periodo”; proseguirà, invece, la campagna vaccinale presso il centro dell’Area Cazzaniga di Merate e presso gli ambulatori pediatrici degli ospedali di Lecco e Merate (Distretto Merate), rivolti anche ai pazienti e alle persone con particolari fragilità. Sarà invece installata una linea aggiuntiva per gli over 12 presso l'ospedale “Manzoni”, che troverà spazio all'interno della palazzina amministrativa, piano -1, a partire dal 1° marzo.

Torna la ‘vax night’

“L’impegno e la grandissima professionalità degli operatori dell’Asst hanno permesso alla provincia lecchese di confermarsi, in questi mesi, prima in tutta la Lombardia per percentuale di popolazione immunizzata contro il Covid-19 registrando così un vero e proprio primato regionale e nazionale”, conclude la nota.

Su un totale di 656.342 somministrazioni eseguite nella provincia di Lecco, presso il centro vaccinale del Palataurus, a giovedì 17 febbraio, sono state effettuate 351.599 inoculazioni:

  • I somministrazione: 115.488
  • II somministrazione: 126.497
  • III somministrazione: 109.614

Ufficializzata anche l'apertura di domani, venerdì 18 febbraio, dalle 20.00 alle 22.00 per i cittadini over 12, che potranno vaccinarsi senza prenotazione presso la struttura di viale Brodolini.

“Lavoro straordinario”

“Straordinario il lavoro svolto in questo anno da tutti gli operatori sanitari impegnati nella battaglia contro la pandemia che incessantemente hanno realizzato la campagna vaccinale, a tutela della salute pubblica - ha aggiunto Paolo Favini, direttore generale dell'Asst Lecco -. Chi è passato dal nostro centro non ha trovato solo medici e infermieri di grande professionalità, ma anche di grande umanità che hanno sempre dimostrato spirito di sacrificio per affrontare questa nuova e difficile sfida. Grazie anche alla Protezione Civile e a tutte le associazioni che, mettendo a disposizione il tempo dei propri volontari, ci hanno supportato e sostenuto fin dall’inizio occupandosi degli utenti, aiutandoli ad orientarsi all’interno dell’Hub, facilitando il loro percorso vaccinale e l’accesso alle prestazioni. Un ringraziamento va, inoltre, al Comune di Lecco, alle istituzioni locali e alle associazioni imprenditoriali con cui abbiamo lavorato in stretta sinergia. Tutto questo poi non sarebbe stato possibile senza il supporto e l’impegno della famiglia Beretta che si è resa fin da subito disponibile a convertire la sua struttura in centro vaccinale consentendo di dedicare uno spazio adeguato e funzionale ai cittadini lecchesi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adesso è ufficiale: il centro vaccinale del PalaTaurus chiude i battenti

LeccoToday è in caricamento