Giovedì, 23 Settembre 2021
Coronavirus

L'obbligo vaccinale resta una possibilità. E aumentano le categorie di lavoratori che dovranno averlo

Allo studio del governo c'è un nuovo decreto: al centro c'è l'estensione del green pass

Prosegue lo sviluppo della normativa legata alla certificazione verde. Il governo punta ad estendere il green pass ad altre categorie di lavoratori, ma l'obbligo vaccinale resta una possibilità sul tavolo. A fare il punto della situazione vaccini e certificazione verde è Today.it, riprendendo le parole del ministro della Salute Roberto Speranza arrivate il giorno dopo l'annuncio del premier Mario Draghi, che aveva chiarito senza troppi giri di parole che presto o tardi l'obbligo potrebbe arrivare. Speranza dal canto suo è stato più cauto, ma ha lasciato intendere che se non si arriverà ad una copertura vaccinale soddisfacente non resteranno molte altre strade.

"Due giorni fa abbiamo superato il 70% di persone vaccinabili che hanno superato il loro ciclo, ma noi vogliamo insistere, vogliamo che questo numero cresca sempre di più", ha affermato durante una conferenza stampa seguita alla firma di un memorandum sulla ricerca, le scienze mediche e le politiche dell’assistenza, con il Segretario alla Salute degli Stati Uniti, Xavier Becerra. "Per questo valutiamo, sin dai prossimi giorni, decisioni che possano portarci all'estensione dell'utilizzo del green pass ad altri ambiti della vita delle persone. E per questo motivo non ci precludiamo anche la possibilità, resta una possibilità in questo momento, qualora ce ne fosse bisogno, di poter utilizzare anche l'obbligo di vaccinazione".

Un obbligo, ha ricordato Speranza, "che la Costituzione consente con un'iniziativa di natura legislativa e che noi riteniamo sia uno strumento a disposizione del parlamento e del governo, nel caso in cui questo dovesse essere necessario".

I lavoratori con il green pass

Il ministro della Salute, tornando poi alla conferenza del premier Draghi, ha sottolineato come "le parole, l'impianto, la linea direttrice indicata dal presidente del Consiglio" siano "la linea giusta, che parte da una grande consapevolezza: che il Covid è ancora un nemico insidioso e che i vaccini sono lo strumento fondamentale per provare a combattere contro questo virus. E quindi - ha sostenuto Speranza - la nostra spinta sarà molto determinata e molto forte per far salire ancora la percentuale di italiani vaccinati".
Quali lavoratori dovranno avere il green pass? 

Per estendere l'utilizzo del green pass il governo dovrà preparare un nuovo decreto. Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Today.it, la certificazione verde dovrebbe essere estesa anche ai dipendenti della pubblica amministrazione, nonché in settori in cui il green pass è già obbligatorio per gli utenti. 

È ad esempio il caso di camerieri e baristi, ma anche di chi lavora a stretto contatto con il pubblico sui treni o in cinema o palestre. Per ora il governo è ancora al lavoro sul testo che dovrebbe entrare in vigore il 4 ottobre, ma l'indirizzo è questo. 

E sul tema obbligo vaccinale nelle scorse ore è intervenuto anche il governatore lombardo, Attilio Fontana, che ha avuto toni più distensivi rispetto al leader del suo partito, Matteo Salvini, che ha già promesso battaglia. "È meglio che la gente si convinca perché è chiaro che il convincimento comporta una maggiore predisposizione, una maggiore serenità nell’affrontare l’operazione", ha spiegato il numero uno del Pirellone. Però, c'è un però. "Se invece i contrari alla vaccinazione dovessero rimanere tanti l’eventuale obbligo generalizzato lo deciderà il Governo, noi non possiamo intervenire minimamente quindi il presidente Draghi saprà quello che deve fare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'obbligo vaccinale resta una possibilità. E aumentano le categorie di lavoratori che dovranno averlo

LeccoToday è in caricamento