rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Coronavirus

Da domenica 1 maggio potremo toglierci le mascherine?

Il ministro Speranza: "Valuteremo a breve". Il presidente Fontana: "Teniamole anche quando finisce l'emergenza"

Da domenica 1 maggio potremo smettere di usare le mascherine nei luoghi chiusi? Non è escluso. Anche se probabilmente servirà ancora un po' di tempo. "Lo stato d'emergenza è finito, ma la la pandemia no: per questo servono ancora prudenza e gradualità". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nella trasmissione Mezz'ora in più di Rai 3 nel primo pomeriggio di domenica 3 aprile. Come illustrato in un articolo dei colleghi di MilanoToday, Speranza ha quindi precisato: "Sarebbe antistorico affrontare pandemia come abbiamo fatto due anni fa. Ora non siamo più in una fase di emergenza, ma servono ancora pridenza e gradualità, bisogna lavorare per raffrorzare il Servizio sanitario nazionale, dobbiamo continuare a usare la mascherina, occorrono cautela e attenzione". 

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, d'altro canto, consiglia l’uso delle mascherine anche dopo la fine dello stato di emergenza. A margine del Vernissage d’apertura di Miart, Fontana ha replicato così a chi gli ha chiesto se consiglia di continuare a usare la mascherina in certe occasioni: "Io personalmente sì. Consiglio perché dico sempre che non bisogna abbassare la guardia, che bisogna cercare di mantenere certi comportamenti per evitare conseguenza più negative".

Tra 2 settimane si deciderà se tenere le mascherine a maggio

Per la terza decade di aprile è in programma una valutazione relativa all'uso delle mascherine, per decidere come orientarsi a partire dall'1 maggio, data attualmente prevista per la fine dell'obbligo di indossarle nei luoghi chiusi, ha detto il ministro della Salute. "Continuo a considerare le mascherine fondamentali. In questo momento sono obbligatorie al chiuso e - ha detto il ministro - ne valuteremo l'utilizzo nella terza decade di aprile, per capire bene quali scelte compiere dal primo maggio".

Qualche giorno fa Walter Ricciardi, docente di Igiene all'università Cattolica e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, aveva predicato molta prudenza. "L'uso della mascherina, fino a che ci sarà la pandemia, è inderogabile. Nel piano del governo - ha spiegato - c'è la possibilità di togliere le mascherine al chiuso dal primo maggio. Ma c'è anche la garanzia, sia da parte del presidente del Consiglio sia da parte del ministro della Salute, di monitorare con grande attenzione la curva epidemica e decidere di conseguenza. In aprile monitoreremo quindi, ma mi sembra molto difficile poterla togliere, al chiuso, dal primo maggio". Non solo. "Tutti i Paesi che hanno dato scelto di togliere la mascherina al chiuso - ha ricordato Ricciardi - hanno dovuto fare marcia indietro e ripristinarla. Ma proprio tutti: l'Austria, la Francia, la Germania".

La quarta dose

E' attesa la prossima settimana un'indicazione condivisa della Commissione Europea sulla quarta dose del vaccino anti-covid, ha detto ancora Speranza. "Sulla quarta dose penso che a livello europeo abbiamo fatto una scelta giusta: martedì - ha detto il ministro - c'è stata la riunione dei ministri della Salute e, su mia proposta, la Commissione Europea la prossima settimana darà un'indicazione condivisa. Tutti i Paesi, come sempre avviene, stanno studiando e stanno approfondendo i dati. Si rischiava che ognuno decidesse una cosa diversa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da domenica 1 maggio potremo toglierci le mascherine?

LeccoToday è in caricamento