rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Coronavirus

Moratti: "Va garantita autonomia di movimento ai vaccinati"

La vicepresidente della Regione fa il punto sulla campagna vaccinale anti-Covid: "Prosegue spedita. 1,1 milioni di lombardi hanno già aderito alla terza dose"

"La libertà di scelta non deve andare a ledere la stragrande maggioranza dei cittadini che si sono vaccinati, ai quali va garantita autonomia di movimento per il lavoro e il tempo libero". Lo ha dichiarato oggi la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti che, insieme a Guido Bertolaso, ha fatto il punto sull'andamento della campagna vaccinale illustrando anche i futuri step oltre a una seriei molto interessanti sull'efficacia del vaccino e le adesioni alla terza dose.

"Situazione epidemiologica sotto controllo". Il raffronto con un anno fa

"La situazione epidemiologica - ha detto Moratti - è sotto controllo: negli ultimi sette giorni, l'incidenza ogni 100.000 abitanti si attesta a 74 contro una media italiana di 91. Anche la percentuale di occupazione dei letti in area medica per i pazienti Covid è pari all'8%, mentre per le terapia intensive resta stabile al 3%. Un anno fa la Lombardia registrava un'incidenza su 100.000 abitanti pari a 592, un'occupazione letti in area medica del 124% e in terapia intensiva del 56%. È dunque evidente il ruolo positivo e fondamentale svolto della campagna vaccinale massiva che abbiamo messo in atto e che ha consentito di erogare oltre 16,2 milioni di dosi complessive e di superare gli 8 milioni di persone che hanno concluso il primo ciclo vaccinale".

"Grandissimo senso civico da parte dei cittadini"

"Un successo ascrivibile al grande impegno di medici, personale sanitario e amministrativo, Esercito, Protezione civile, associazioni di volontariato - ha sottolineato inoltre la vicepresidente - Ma anche, come ho detto più volte, ascrivibile al mirabile e grandissimo senso civico dei cittadini. I lombardi vaccinabili over 12 anni in Lombardia, infatti, hanno aderito alla campagna vaccinale anti-Covid al 91,5%, secondo la platea Istat; risultano vaccinati con una dose il 91,4% e con ciclo completato l'89,6%".

Negli ospedali lecchesi aumentano i ricoveri per covid, ma nel 2020 erano il 24% in più

"A questi risultati, devo dire, si accompagna la straordinaria affermazione anche della campagna antinfluenzale, che vede 770.000 cittadini ad oggi vaccinati. Pari già a circa il 40% rispetto al totale consuntivo delle somministrazioni effettuate lo scorso anno. E la prossima settimana sappiamo che sarà superato il milione".

Terza dose, l'aiuto possibile dei medici di base

"Lo straordinario contributo dei medici di famiglia e dei pediatri - ha proseguito Letizia Moratti - spero diventi importante anche sul versante terza dose anti-Covid. E in particolare nel portare il vaccino a domicilio ai pazienti più fragili che hanno difficoltà di movimento".

Sono 1,1 milione i lombardi che hanno aderito, 610.000 i vaccinati

"Di pari passo, infatti, anche la campagna per la terza dose procede celermente, con le categorie indicate sino ad oggi. Ovvero: over 60, cittadini a elevata fragilità, trapiantati e immunocompromessi, operatori sanitari e sociosanitari, maggiorenni vaccinati con Johnson & Johnson. Ad oggi sono più di 1,1 milioni i lombardi che hanno aderito alla terza dose, di cui 610.000 già vaccinati. Se poi guardiamo alle Residenze per Anziani vediamo che sono state effettuate più di 65.000 somministrazioni di terze dosi, pari a quasi il 75% tra ospiti e operatori".

La vicepresidente di Regione Lombardia ha infine sottolineato: "Facciamo tesoro di questo, senza dimenticare le ben note regole di prudenza come: distanziamento, uso della mascherina e lavaggio frequente delle mani. Esse rappresentano strumenti di prevenzione che dobbiamo continuare ad adottare per una lotta efficace al Covid, ma anche per evitare la pure banale e più semplice influenza stagionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moratti: "Va garantita autonomia di movimento ai vaccinati"

LeccoToday è in caricamento