rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Coronavirus

Covid, certificato il primo caso di "Omicron" in provincia di Lecco

Si tratterebbe di una ragazza appena rientrata dal Sudafrica. Nella vicina Monza la variante è già diffusa ampiamente

Era soltanto una questione di tempo e di probabilità: anche a Lecco è stato rintracciato il primo caso di variante Omicron legato alla pandemia da Covid-19. 

Si tratterebbe di una ragazza appena rientrata da un viaggio in Sud Africa, anche se Ats Brianza al momento non conferma i dettagli né il luogo di residenza. La certezza è che la variante è sbarcata anche nel nostro territorio, mentre ad eempio nella vicina Monza (sempre competenza di Ats Brianza) i casi sono molto più numerosi.

Omicron: cos'è (dal sito dell'ISS)

La sua presenza era in ogni caso attesa anche in virtù del notevole aumento di casi di positività riscontrato nelle ultime settimane e in particolare negli ultimi giorni. Gli esperti esprimono preoccupazione per la diffusione di Omicron vista l'alta trasmissibilità rispetto alle precedenti varianti (anche se non è ancora provato se comporti sintomi più o meno gravi).

Quanto è diffusa in Italia

Quanto è diffusa Omicron in Italia? La variante si sta rapidamente affermando ma il sistema sanitario non è sempre (eufemismo) in grado di intercettarla. Le stime più caute dicono che il suo peso sul totale dei postivi è dieci volte superiore a quello di appena due settimane fa. Rappresenterebbe infatti una percentuale compresa tra il 2,5 e il 3% contro lo 0,2-0,3% del 6 dicembre. Ma qualcuno, al ministero e all'Istituto superiore di sanità, ritiene, proprio osservando l'andamento della curva epidemica, che sia già al 10%. In tutte le Regioni i laboratori stanno iniziando a trovare la variante. I dati sono quasi certamente sottostimati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, certificato il primo caso di "Omicron" in provincia di Lecco

LeccoToday è in caricamento