«Inopportuno cambiare il Prefetto in questa fase delicata della pandemia»

La critica di Corrado Valsecchi, Appello per Lecco. «Non metto in dubbio il valore della persona designata, ma la "girandola" di cariche attuata dal Governo è insensata»

Corrado Valsecchi, Consigliere comunale di Appello per Lecco.

Corrado Valsecchi, consigliere comunale di "Appello per Lecco" ed ex assessore alle Opere pubbliche, boccia il cambio del Prefetto definendolo inopportuno in questo momento assai delicato per la nuova emergenza covid.

«Francamente mi chiedo se in una fase tanto delicata e di emergenza dettata dalla recrudescenza del virus e di una emergenza sanitaria che sembra essere infinita fosse una priorità per il Governo sostituire il prefetto di Lecco Michele Formiglio? - attacca Corrado Valsecchi - Abbiamo appena nominato una giunta comunale fatta di neofiti che non hanno gestito e governato la fase più complessa e acuta della pandemia, nuovi amministratori che avranno necessariamente bisogno di tempo per conoscere i meccanismi complessi che regolano la vita amministrativa cittadina e il governo cosa fa? Cambia il Prefetto di Lecco che si era insediato, se non ricordo male, solo nell'aprile del 2019».

Lecco, cambia il Prefetto: saluta Michele Formiglio, arriva Castrese De Rosa

«Ora i miei dubbi sulla capacità di questo Governo di affrontare questa fase di emergenza sanitaria si stanno moltiplicando - incalza l'esponente di opposizione - ma togliere il presidio territoriale più alto e competente, il soggetto che ha fatto da cabina di regia sul versante del coordinamento dei vari attori istituzionali e non, colui che ha maggiori cognizioni di causa e esperienza sulla pianificazione della strategia territoriale che ci ha consentito di rimanere il fanalino di coda assieme a Sondrio sulla diffusione del virus, nonostante la nostra vicinanza a Bergamo, ritengo sia una grande idiozia».

«Anche il sindaco faccia sentire la propria voce»

«Indipendentemente dal valore, che sicuramente sarà confermato, dal nuovo prefetto designato. Manca una sana strategia, quello che abbiamo di fronte è uno scenario poco edificante sia sul piano sanitario, sia sul versante economico - produttivo. Ma la priorità è cambiare i prefetti in una girandola dove mi sfugge il senso e la finalità operativa. Mi auguro - aggiunge Corrado Valsecchi - che anche il nuovo sindaco faccia sentire la sua voce considerato che potrebbe essere una delle "vittime" di questa scelta inopportuna . Sono certo che in Prefettura esistono le professionalità che possono aiutare le Istituzioni in questa fase problematica, ma cambiare il Timoniere in questa fase, fare a meno delle Sue conoscenze acquisite degli attori e del territorio, dei protocolli seguiti fin ora anche per volontà della Prefettura lo trovo profondamente sbagliato e ingiusto verso una città che ha appena rinnovato la propria classe dirigente di governo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento