Corso gratuito di formazione per aspiranti guardie venatorie volontarie

Proposta della Provincia di Lecco a cura del corpo di Polizia provincia di Lecco-Nucleo faunistico. Usuelli: «Necessari il ricorso alla collaborazione del personale di vigilanza volontaria e il coordinamento operativo con le associazioni»

La Provincia di Lecco organizza un corso gratuito di formazione per aspiranti guardie volontarie in materia venatoria, a cura del Corpo di Polizia provinciale di Lecco-Nucleo faunistico.

«Il numero di guardie venatorie volontarie - commenta il presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli - si è drasticamente ridotto e parallelamente si è contratto l'organico del nucleo faunistico della Polizia provinciale, anche in conseguenza delle recenti riforme istituzionali e del trasferimento delle competenze in tema di Caccia e Pesca a Regione Lombardia, fino a ricomprendere solo poche unità, impegnate sul fronte della vigilanza e controllo e su quello "di supporto" alla gestione faunistica: censimenti, contenimenti, recupero e soccorso di fauna selvatica in difficoltà. Alla diminuzione del personale di Polizia provinciale, specializzato in materia ittico-venatoria, si è invece contrapposta un'espansione delle attività collegate, che rende sempre più necessari il ricorso alla collaborazione del personale di vigilanza volontaria e il coordinamento operativo con le associazioni operanti in materia, per garantire un minimo di efficacia al sistema dei controlli».

Lombardia, continua la lotta al cinghiale: nel Lecchese abbattuti duecento capi

Nei Piani regionali di contenimento di determinate specie di fauna selvatica gli agenti venatori volontari provinciali, muniti di licenza per l'esercizio venatorio, sono coinvolti e autorizzati a intervenire nel prelievo selettivo sotto il coordinamento della Polizia provinciale; gli stessi vengono anche impiegati in alcune fasi dell'attività di recupero, soccorso e trasporto della fauna selvatica ferita o in difficoltà.

«L'organizzazione del corso di formazione per aspiranti guardie giurate venatorie volontarie da parte della Polizia provinciale – spiega il consigliere provinciale delegato Matteo Manzoni - può da un lato favorire un processo di avvicendamento e reclutamento di volontari che, a servizio di associazioni riconosciute o della Provincia, possano concorrere, ognuno per quanto di competenza e nel rispetto dei profili di autonomia organizzativa, allo svolgimento delle funzioni di vigilanza, controllo e di supporto gestionale in materia venatoria, dall'altro dare garanzia di adeguata e omogenea formazione in un campo sempre in continua evoluzione normativa e procedurale».

Per scaricare il modulo di adesione

L'organizzazione del corso avverrà "in house", senza costi diretti aggiuntivi per la Provincia di Lecco, anche mediante utilizzo di risorse professionali interne al Corpo di Polizia provinciale o comunque disponibili a rendere la prestazione di docenza a titolo gratuito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il corso verrà attivato solo se raggiunto il numero minimo di 10 aspiranti, con il limite massimo di 40 partecipanti; qualora pervengano più di 40 domande di ammissione, si terrà conto inizialmente della data di consegna della domanda e solo successivamente del possesso di titoli abilitanti all'attività in questione. Per ulteriori informazioni: www.provincia.lecco.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento