Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità

Covid, Moratti: «Per ora in Lombardia non è stata sequenziata la variante indiana»

La vicepresidente della Regione ha fatto il punto anche sul numero di casi legati ad altre varianti nel territorio lombardo

Il presidente della Regione Attilio Fontana e la vice Letizia Moratti.

«In Lombardia, a oggi, non è stata ancora sequenziata alcuna variante indiana del Covid-19». Lo ha affermato oggi la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, rispondendo a un'interrogazione durante il Consiglio regionale.

Gli ospedali tornano a respirare: calano (di molto) i ricoverati a Lecco e Merate

I dati dei laboratori regionali

«Al momento - ha proseguito Moratti - nei laboratori di riferimento regionale, da dicembre 2020 ad oggi, sono stati identificati: 5.423 casi di variante inglese, 33 di quella sudafricana, 50 di quella giappo-brasiliana, 34 di quella nigeriana. Sono poi stati genotipizzati anche 185 casi definiti come "altra variante" che per la Direzione generale Welfare "non sono d'interesse scientifico" e "all'interno della quale non risulta comunque quella indiana"».

«La variante inglese aumenta i ricoveri e la letalità tra i giovani»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Moratti: «Per ora in Lombardia non è stata sequenziata la variante indiana»

LeccoToday è in caricamento