Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Covid, Moratti: «Per ora in Lombardia non è stata sequenziata la variante indiana»

La vicepresidente della Regione ha fatto il punto anche sul numero di casi legati ad altre varianti nel territorio lombardo

«In Lombardia, a oggi, non è stata ancora sequenziata alcuna variante indiana del Covid-19». Lo ha affermato oggi la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, rispondendo a un'interrogazione durante il Consiglio regionale.

Gli ospedali tornano a respirare: calano (di molto) i ricoverati a Lecco e Merate

I dati dei laboratori regionali

«Al momento - ha proseguito Moratti - nei laboratori di riferimento regionale, da dicembre 2020 ad oggi, sono stati identificati: 5.423 casi di variante inglese, 33 di quella sudafricana, 50 di quella giappo-brasiliana, 34 di quella nigeriana. Sono poi stati genotipizzati anche 185 casi definiti come "altra variante" che per la Direzione generale Welfare "non sono d'interesse scientifico" e "all'interno della quale non risulta comunque quella indiana"».

«La variante inglese aumenta i ricoveri e la letalità tra i giovani»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Moratti: «Per ora in Lombardia non è stata sequenziata la variante indiana»

LeccoToday è in caricamento