Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità Pescate

Vaccini anticovid, De Capitani non ci sta: «Dateli ai comuni e li faremo in tempi record»

Il sindaco di Pescate sbotta contro la burocrazia: «Tre medici pronti, in due giorni vaccineremmo la cittadinanza». La frecciata ad Ats: «Come faranno gli over 80 a prenotare via internet?»

L'annuncio dell'avvio della campagna di vaccinazione tra gli over 80 da parte di Ats Brianza fa discutere: naturalmente non nell'opportunità, essendo un passaggio fondamentale, quanto nelle modalità, con la possibilità di prenotazione via internet. A Pescate, il sindaco Dante De Capitani esprime più di una perplessità a riguardo.

«Mi dovrebbero spiegare come faranno gli ultraottantenni a prenotare il vaccino collegandosi a un sito internet, come comunicato da Ats Brianza - spiega - Ci sono anziani che non solo non hanno un computer e internet, ma neanche il telefonino. Gli anziani hanno necessità di un contatto diretto col medico di medicina generale, non con un computer. I contagi nel mio paese stan salendo, i cittadini mi chiedono quando potranno vaccinarsi e da Ats solo promesse vaghe».

Vaccinazioni anti-Covid al via da lunedì 15 anche sul territorio di Ats Brianza: come richiederla

De Capitani informa di avere chiesto ufficialmente di poter somministrare i vaccini ai cittadini a Pescate, tuttavia senza ottenere risposta da Ats Brianza. «Ho trovato ben tre medici che si sono resi disponibili presso i nostri ambulatori e che in un paio di giorni riuscirebbero a vaccinare tutti i richiedenti, ma siamo qui ancora ad aspettare e allora io dico che mi sono rotto le scatole di queste indecisioni - spiega - Non è possibile continuare a tirar tardi in questo modo, riunioni sopra riunioni per decidere quando, come, e dove vaccinare e intanto le persone si ammalano e muoiono per una malattia di cui adesso esiste finalmente il vaccino. Vaccino che viene inoculato con tempi da burocrazia italiana quando si dovrebbe correre anche di notte per preservare la salute dei cittadini».

«Le mascherine le acquistammo noi»

Per questo, De Capitani lancia una proposta. «Noi comuni siamo molto più solerti e decisi, mettiamo le nostre strutture a disposizione immediatamente, conosciamo i cittadini e le situazioni, diano i vaccini a noi altro che agli ospedali o peggio ai  centri Primula. Li diano ai comuni i vaccini e in tempi record organizziamo tutto. All'inizio della pandemia noi a Pescate non abbiamo aspettato le mascherine dallo Stato, ma per i nostri cittadini le abbiamo comperate noi, quando nessuno le aveva ancora, oltre trentamila, rivolgendoci anche all'estero. Anche i tamponi li abbiamo fatti fare noi ai nostri cittadini a 15 euro e gratis per gli anziani. Se anche per i vaccini, dobbiamo fare la stessa cosa e provvedere noi basta saperlo, ce ne faremo una ragione e agiremo di conseguenza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anticovid, De Capitani non ci sta: «Dateli ai comuni e li faremo in tempi record»

LeccoToday è in caricamento