Don Matteo lascerà presto Calolzio, per lui un nuovo incarico a Bergamo Alta

L'annuncio da parte dello stesso sacerdote a messa: «Undici anni molto belli e impegnativi. Resterò sempre legato alla Valle San Martino». Il dispiacere dei fedeli per il trasferimento, molti messaggi di stima e affetto anche sui social

La notizia era già trapleata qualche giorno fa, ma solo ieri, dopo l'annuncio del diretto interessato durante la messa della sera, è stata ufficializzata. Don Matteo Bartoli, da 11 anni coaudiutore dell'oratorio di Calolzio, a settembre lascerà la parrocchia del centro città e la valle San Martino. Lo aspetta un nuovo importante incarico come vicario a Bergamo Alta, in Duomo. A livello calolziese non è stata però una bella notizia.

Dopo don Roberto Trussardi chiamato alla guida della Caritas diocesana un anno fa, ora la Curia Bergamasca "strappa" un altro sacerdote di punta, tra i più apprezzati e operativi in valle San Martino. Don Matteo, 36 anni, non nasconde il proprio dispiacere per il trasferimento. Se da un lato il nuovo incarico appare molto interessante, in questo momento il dispiacere di lasciare la parrocchia di San Martino prevale, e tanto. Sia da parte dell'interessato, sia da parte dei fedeli che in queste ore anche sui social stanno manifestando tutta la loro stima con messaggi e parole di ringraziamento per l'operato svolto. Don Matteo lascerà dunque anche l'incarico di docente di religione che ricopre da qualche anno all'istituto superiore Rota del Lavello.

Celebrazione ecumenica nella chiesa di Calolzio

«Mi dispiace dover lasciare Calolzio, ma è giusto rispettare le decisioni della Curia - commenta don Matteo Bartoli - dopo tanti anni un trasferimento è normale, cercherò di dare il massimo anche in questo nuovo incarico. Ho voluto comunicare la notizia io stesso ai fedeli, l'esperienza che ho vissuto nella parrocchia di San Martino in questi anni è stata davvero bella e importante. Ora spero possa continuare il lavoro per la formazione dell'unità pastorale con le altre parrocchie calolziesi, collaborare diventa sempre più importante. E spero inoltre di riuscire a ringraziare e a salutare le tante persone che ho conosciuto in questi anni durante l'estate e la prossima festa dell'oratorio. Andrò infatti a Bergamo Alta a settembre. Resterò comunque sempre legato alla valle San Martino e ai suoi abitanti».

Sospeso un anno il corteo storico della Valle San Martino. «Lo rilanceremo dal 2020»

Il nome di don Matteo è legato anche ai lavori di riqualificazione di chiesa e oratorio, all'impegno per il cineforum, le attività sportive, l'attenzione al tessuto sociale cittadino, l'avvio delle iniziative per l'unità pastorale calolziese. Di recente la scelta, da parte sua, di sospendere per un anno il Corteo storico della Valle San Martino al fine di rilanciarlo maggiormente il prossimo anno, e poi ancora i viaggi nei luoghi santi e l'incarico scolastico.

Dal 2008 a Calolzio, a fine estate don Bartoli diventerà vicario interparrocchiale dell'Unità pastorale di Città Alta, delle parrocchie della Cattedrale, di Borgo Canale, di Castagneta e di Sant'Andrea.

Oltre a dover salutare un sacerdote apprezzato c'è pure il rischio che don Matteo non venga sostituito, la carenza di vocazioni ed eventuali riorganizzazioni degli incarichi parrocchiali rischiano infatti di lasciare solo al lavoro l'arciprete don Giancarlo Scarpellini in una parrocchia dove fino a qualche anno fa i sacerdoti erano tre. Intanto queste sono le ore del grazie... "Auguroni don Matteo - ha scritto una fedele su facebook - sii felice a Bergamo, noi ti ricorderemo sempre con affetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Addio cara mamma, sei stata una donna fortissima»

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla Provinciale: morto un lecchese di 26 anni

  • I pendolari Trenord lanciano il loro "sciopero": «Un mese tutti senza biglietti e abbonamenti»

  • Lurago D'Erba: incidente mortale, muore una donna di Brivio

  • Nasce a Pescarenico il centro specialistico "Progetto futura infanzia"

  • Scatta l'allerta meteo: si abbassa la quota neve anche nel Lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento