Esselunga, anche nel Lecchese sabato si raccolgono alimenti per i randagi

L'iniziativa, proposta in 73 punti vendita, è in collaborazione con la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Brambilla: «Un piccolo gesto può salvare una vita»

Michela Vittoria Brambilla

Solidarietà nel carrello della spesa. Dopo i successi dei mesi scorsi - la raccolta di maggio è stata da record: 373.660 pasti, di cui 119.110 per cani e 254.550 per gatti - Esselunga e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, di cui è portavoce l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, ripropongono "Diamogli una zampa", la raccolta di alimenti per aiutare gli animali abbandonati.

Chiusure domenicali, l'onorevole Brambilla: «La proposta resti nel cassetto»

Domani, sabato 9 novembre, 73 punti vendita della nota catena in Lombardia, Piemonte, Emilia e Toscana, ospiteranno la raccolta promossa dalla Federazione: i volontari delle circa sessanta associazioni che ne fanno parte, a cominciare dalle fondatrici Leidaa, Lav, Enpa, Oipa, Lndc, posizionati all'esterno della barriera casse, riceveranno le donazioni dei clienti che saranno destinate a sfamare i randagi italiani, con precedenza alle realtà dove il bisogno è maggiore.

«Faccio appello - afferma Brambilla - ai clienti di Esselunga che, nel fare acquisti per sé o per i propri piccoli amici, avranno l'opportunità di destinare del cibo ai cani e ai gatti senza casa e in generale a tutti gli altri animali abbandonati. Alcuni di loro vivono nei rifugi, altri in strada. Ma tutti hanno davvero bisogno di nutrimento e di cure, nella speranza di trovare per loro anche una famiglia che decida di adottarli».

«Già ottenuti risultati importanti»

«Ringraziamo Esselunga - aggiunge l'onorevole Brambilla - che si è dimostrata interlocutrice sensibile alle sofferenze dei tanti randagi italiani, ha mostrato grande disponibilità a collaborare con le nostre associazioni e ci ha già consentito di ottenere risultati importanti: 333.690 e 353.170 pasti nelle raccolte di aprile e novembre 2018, 373.660 in quella del maggio scorso. In sintesi, più di un milione di pasti donati fino a oggi ai cani e gatti senza famiglia grazie all’accordo con la nostra Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Siamo ben felici di mettere a disposizione l'esperienza e l'impegno dei nostri volontari per contribuire a sfamare e ad accudire gli animali abbandonati. Il resto dipende dalla generosità dei donatori: un piccolo gesto può salvare una vita».

Nella nostra provincia saranno a disposizione dei clienti intenzionati a donare i centri Esselunga di Calco, Casatenovo e Cernusco Lombardone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

  • «Addio cara mamma, sei stata una donna fortissima»

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla Provinciale: morto un lecchese di 26 anni

  • I pendolari Trenord lanciano il loro "sciopero": «Un mese tutti senza biglietti e abbonamenti»

  • Elaborazioni, pneumatici, scarichi: a Lecco è scoppiata la passione per il "tuning"

  • Lurago D'Erba: incidente mortale, muore una donna di Brivio

Torna su
LeccoToday è in caricamento