Esselunga, anche nel Lecchese sabato si raccolgono alimenti per i randagi

L'iniziativa, proposta in 73 punti vendita, è in collaborazione con la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Brambilla: «Un piccolo gesto può salvare una vita»

Michela Vittoria Brambilla

Solidarietà nel carrello della spesa. Dopo i successi dei mesi scorsi - la raccolta di maggio è stata da record: 373.660 pasti, di cui 119.110 per cani e 254.550 per gatti - Esselunga e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, di cui è portavoce l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, ripropongono "Diamogli una zampa", la raccolta di alimenti per aiutare gli animali abbandonati.

Chiusure domenicali, l'onorevole Brambilla: «La proposta resti nel cassetto»

Domani, sabato 9 novembre, 73 punti vendita della nota catena in Lombardia, Piemonte, Emilia e Toscana, ospiteranno la raccolta promossa dalla Federazione: i volontari delle circa sessanta associazioni che ne fanno parte, a cominciare dalle fondatrici Leidaa, Lav, Enpa, Oipa, Lndc, posizionati all'esterno della barriera casse, riceveranno le donazioni dei clienti che saranno destinate a sfamare i randagi italiani, con precedenza alle realtà dove il bisogno è maggiore.

«Faccio appello - afferma Brambilla - ai clienti di Esselunga che, nel fare acquisti per sé o per i propri piccoli amici, avranno l'opportunità di destinare del cibo ai cani e ai gatti senza casa e in generale a tutti gli altri animali abbandonati. Alcuni di loro vivono nei rifugi, altri in strada. Ma tutti hanno davvero bisogno di nutrimento e di cure, nella speranza di trovare per loro anche una famiglia che decida di adottarli».

«Già ottenuti risultati importanti»

«Ringraziamo Esselunga - aggiunge l'onorevole Brambilla - che si è dimostrata interlocutrice sensibile alle sofferenze dei tanti randagi italiani, ha mostrato grande disponibilità a collaborare con le nostre associazioni e ci ha già consentito di ottenere risultati importanti: 333.690 e 353.170 pasti nelle raccolte di aprile e novembre 2018, 373.660 in quella del maggio scorso. In sintesi, più di un milione di pasti donati fino a oggi ai cani e gatti senza famiglia grazie all’accordo con la nostra Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Siamo ben felici di mettere a disposizione l'esperienza e l'impegno dei nostri volontari per contribuire a sfamare e ad accudire gli animali abbandonati. Il resto dipende dalla generosità dei donatori: un piccolo gesto può salvare una vita».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella nostra provincia saranno a disposizione dei clienti intenzionati a donare i centri Esselunga di Calco, Casatenovo e Cernusco Lombardone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, la Asst Lecco fa chiarezza: al momento terapie intensive vuote

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento