Dussmann, «il nuovo appalto si avvicina nell'importo al precedente»

Dopo il presidio dei lavoratori di mercoledì, la replica dell'Asst Lecco. «Non risulta alcuna richiesta di utilizzo di sale riunioni interne per ospitare l'assemblea sindacale»

Il caso Dussmann all'ospedale Manzoni di Lecco continua a far discutere. Dopo l'assemblea all'esterno tenuta dai lavoratori nella giornata di mercoledì sulla vicenda contrattuale, è giunta la nota ufficiale dell'Asst Lecco.

Lavoratori di Dussmann del Manzoni, assemblea fuori dall'ospedale

Con riferimento agli articoli di stampa pubblicati, si comunica che si sono concluse le trattative per negoziare le attività aggiuntive/integrative rispetto a quanto previsto dalla Convenzione della Centrale Acquisti Regionale (ARIA S.p.A.), nonché le verifiche sull’Anagrafe Planimetrica di tutti i presidi dell'Asst.

Per chiarezza, si informa che le attività integrative riguardano diverse tipologie di prestazioni e sono state via via approvate nel tempo sin dal mese di novembre 2019 (ad esempio la “logistica sanitaria” e la “logistica di supporto alle attività di magazzino” il 27.11.2019) concludendosi il 6 febbraio 2020 (ore aggiuntive per le prestazioni di pulizia presso i Blocchi Operatori).

Si fa notare, inoltre, che con tutte le integrazioni approvate il valore economico del nuovo appalto si è avvicinato molto all’importo del precedente contratto.

L’appalto ha natura di servizio e non di somministrazione di lavoro (lavoro interinale). Di conseguenza spetta alla Direzione Dussmann Service S.r.l., nell’ottica della propria organizzazione, applicare il contratto di lavoro sui propri dipendenti in relazione alle prestazioni previste nell’appalto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine non risulta alcuna richiesta di utilizzo di sale riunioni interne all’ASST per ospitare l’assemblea sindacale.

«Dussman, due mesi di silenzio. I patti non erano questi: lavoratori dell'ospedale tornano in stato di agitazione»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, il Presidente Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Civate in lutto per la scomparsa di Ambrogio Rusconi, storico commerciante del paese

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento