rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Endometriosi, la malattia invalidante che colpisce 160.000 donne in Lombardia

Depositato in Consiglio regionale un progetto di legge con importanti proposte a supporto delle donne e delle strutture sanitarie

Anche nel Lecchese sono purtroppo molte le donne colpite da endometriosi, una malattia invalidante che colpisce ben 160.000 donne in Lombardia. Come emerso nel seminario “Endometriosi: un percorso condiviso” che si è svolto oggi a Milano presso Palazzo Pirelli in occasione del mese dedicato alla consapevolezza dell’endometriosi, diventa fondamentale anticipare la diagnosi e migliorare l’assistenza delle pazienti colpite da questa patologia cronica. Intanto in Consiglio regionale è stato anche presentato un progetto di legge con importanti proposte a supporto delle donne e delle strutture sanitarie.

"Sono felice di aver acceso i riflettori sull’endometriosi con questo seminario che offre la possibilità di un confronto tra associazioni e Istituzioni - ha commentato la Presidente del Consiglio per le Pari Opportunità Letizia Caccavale in occasione dell'incontro - L’obiettivo è quello di avviare un percorso condiviso per una maggiore consapevolezza e informazione su questa malattia, spesso diagnosticata troppo tardi, che comporta conseguenze importanti in termini di qualità della vita personale, familiare e lavorativa delle donne che ne sono affette. L’inizio del nostro cammino parte proprio da qui, dagli interventi già sviluppati dalle strutture lombarde per condurci verso le prospettive di ricerca e di cura dell’endometriosi che colpisce tre milioni di donne italiane, di cui 160 mila in Lombardia".

“Una malattia cronica, silenziosa e invalidante con una forte ricaduta sociale"

Endometriosi 2-2

“Si tratta di una malattia cronica, silenziosa e invalidante con una forte ricaduta sociale. Secondo i dati del Ministero della Salute, l’endometriosi in Italia colpisce il 10-15% delle donne in età fertile e interessa circa il 30-50% delle donne infertili o con difficolta a concepire - ha dichiarato il Vice Presidente del Consiglio regionale Carlo Borghetti nel suo intervento - Sono numeri troppo importanti di fronte ai quali le istituzioni devono intervenire per cercare strumenti efficaci di prevenzione, diagnosi tempestiva e cura e per riconoscere la rilevanza sociale di questa patologia: bene, in questo senso, il progetto di legge depositato ieri in Consiglio regionale dalla consigliera Antonella Forattini con importanti proposte a supporto delle donne e delle strutture sanitarie”.

L'hospice di Lecco è un fiore all'occhiello per la sanità lombarda

Al seminario organizzato a Palazzo Pirelli sono intervenuti anche il Primario dell’Unità di Ginecologia e Ostetricia Irccs Ospedale San Raffaele Massimo Candiani, la Presidente dell’associazione Ændo Monica Santagostini, la Presidente della Fondazione Onda Francesca Merzagora, la rappresentante di Associazione A.L.I.C.E. Odv Alina Migliori, la Responsabile del Gruppo di sostegno “Endometriosi parliamone. Auto mutuo aiuto” Giulia Strada e il sindaco di Lentate sul Seveso Laura Ferrari.
Hanno partecipato i Consiglieri regionali Giulio Gallera, Emanuele Monti, Simona Tironi, Antonella Forattini, Paola Bocci e l’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti. 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Endometriosi, la malattia invalidante che colpisce 160.000 donne in Lombardia

LeccoToday è in caricamento