Attualità

L'obiettivo di Eros immortala i piloti Ducati nella casa di Lamborghini

Maggi, fotografo della casa di Sant'Agata Bolognese, racconta la giornata speciale di Johann Zarco e Michele Pirro tra allenamenti speciali e quattro ruote da sogno

Michele Pirro e Johann Zarco nella foto di Eros Maggi

L'obiettivo di Eros Maggi immortala i piloti Ducati nella casa di Lamborghini. Il fotografo ufficiale della casa di Sant'Agata Bolognese aggiuge altri due assi del motorsport al suo già ricco carnet di conoscenze, rese possibili dall'incarico professionale che neglli ultimi dieci anni lo ha portato e lo porta ancora in numerosi piste e autodromi di tutto il mondo.

Johan Zarco e Michele Pirro del Team Ducati Pramac, il primo secondo in classifica nel Mondiale MotoGP e il secondo pluricampione del Civ e collaudatore Ducati (e sostituto al Mugello dell'infortunato Jorge Martin), hanno visitato il nuovo centro polifunzionale Lamborghini Squadra Corse e l'hangar riservato alle hypercar da pista EssenzaSCV12, prima di confrontarsi con i piloti ufficiali Lamborghini Albert Costa e Franck Perera in un allenamento specifico per le gare di automobilismo endurance, guidati dal fisioterapista Squadra Corse Jose Poletti.  

Nell'obiettivo di Eros il fascino delle Lamborghini e l'amore per il territorio

«Una bella esperienza - commenta il fotografo mandellese - Sono due campioni, molto simpatici ed entusiasti di provare le auto e gli esercizi specifici pensati apposta per loro. Zarco, in particolare, ha potuto sperimentare sia la posizione normale sia quella da moto. È stato un momento divertente. Spero che il francese possa giocarsi il Mondiale, essendo secondo in classifica».

Dopo una sessione di riscaldamento i piloti hanno potuto provare le apparecchiature di ultima generazione Tecnobody, tra cui il D-Wall: uno specchio digitale hi-tech utile per migliorare la postura, l'equilibrio e la resistenza. Per completare la seduta i piloti hanno anche provato la camera criogenica O2H, capace di raggiungere i -140° e utile per massimizzare gli effetti dell'allenamento.

Zarco: «Esperienza interessante»

«Allenarci con i piloti Squadra Corse è stato molto interessante - ha commentato Zarco - così come poter provare delle nuove tecnologie e metodi diversi, perché ti fa capire molte cose nuove». «Con Zarco siamo quasi vicini di casa - ha commentato il connazionale Perera, vincitore della 24 Ore di Daytona 2018 – ed è stato interessante confrontarsi sui metodi di allenamento e sulla preparazione. Ci vedremo di certo in Francia per fare qualche sessione insieme». Soddisfatto anche Costa, campione GT Open 2019 che ha mosso i primi passi nel motorsport sulle moto: «Io seguo la MotoGP da sempre e sono un grande tifoso di moto: è stato emozionante allenarsi con piloti al top come Zarco e Pirro, è un'occasione che non capita tutti i giorni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'obiettivo di Eros immortala i piloti Ducati nella casa di Lamborghini

LeccoToday è in caricamento