rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Attualità

Alla scoperta del Sentiero del Romanico

La nuova apprezzata iniziativa dell'associazione lecchese "Agatha in cammino". Tra salute, arte e natura

L'associazione "Agatha in cammino" alla scoperta dell Sentiero del Romanico. Si tratta di un percorso tra arte e natura unico nel suo genere, che nella giornata di sabato 13 aprile ha permesso al gruppo lecchese di andare alla scoperta dello straordinario patrimonio storico-artistico del territorio del Lemine ad Almenno San Bartolomeo e Almenno San Salvatore, nella vicina provincia di Bergamo.

L’itinerario ha avuto inizio dalla chiesa di San Giorgio (attualmente chiusa per restauri) e si è sviluppato nella prima parte lungo la piana alluvionale a margine del Fiume Brembo, una prateria dal verde intenso con fioriture multicolore e dove sono visibili i ruderi di alcuni piloni dell’imponente ponte romano sul Brembo.

Un percorso tra arte e natura.

Da qui infatti passava l’antica Via della Rezia, la strada militare romana che collegava Bergamo alla Svizzera e Germania. Abbiamo raggiunto poi la Chiesa di San Tommaso in Lemine detta Tempio di San Tomè, dove Francesco, esperto e studioso di romanico dell’associazione La Martesana di Erba, ha illustrato ai partecipanti la storia e le caratteristiche artistiche.

Il gruppo è poi ripartito con destinazione Chiesa di Santa Caterina di Tremozia, raggiunta attraversando un esteso vigneto sulla collina e il borgo della Porta, perfettamente restaurato. Antonello, architetto e storico dell’arte sempre dell’associazione La Martesana, ha illustrato i numerosi affreschi presenti all’interno di questa piccola chiesa.

La visita nella chiesetta di Almenno.

Il pranzo conviviale si è poi svolto presso l'area comunale “Anfiteatro Le Mura” vicino alla parrocchiale di Almenno San Bartolomeo. Nel pomeriggio l'escursione di Agatha in cammino è proseguita verso la chiesa di Santa Maria della Consolazione detta San Nicola, anch’essa ricchissima di affreschi, illustrati in ogni aspetto da Antonello. Al termine della visita il ritorno alla Chiesa di San Giorgio, chiudendo così il percorso
ad anello.

"La giornata splendida, la ricchezza degli elementi storico artistici visitati e gli ambienti naturali attraversati hanno reso la nostra escursione veramente molto gradevole - commenta Anita Mottura, vicepresidente dell'assocoazione lecchese - Un trekking bellissimo in quanto abbiamo potuto apprezzare sia gli aspetti naturalistici del paesaggio che quelli culturali ed artistici e, non ultimo, si è respirato quel senso di amicizia, di compagnia tra le persone che, pur essendo spesso sconosciute, nuove o incontrate per la prima volta, si sono sentite unite dal desiderio di vivere insieme una bella giornata, apprezzando quello che la gita offriva, consapevoli che il loro contributo andava ad un nobile fine: sostenere la ricerca scientifica sui tumori femminili, a fianco dell’associazione Agatha in Cammino".

Un momento dell'escursione.

Uno degli scopi di Agatha in Cammino è camminare, come prevenzione primaria per il benessere psico-fisico, sociale e spirituale, tanto che oggi viene prescritto come cura. "Quindi per stare bene, riacquistare vitalità, fare nuovi incontri, scoprire e conoscere il territorio, ti aspettiamo per camminare insieme. Prossimo appuntamento sabato 18 maggio, il tempietto romanico di San Fedelino sul Lago di Novate Mezzola, in provincia di Sondrio". Per informazioni, conoscere le attività, i progetti, le campagne per sostenere la ricerca www.agathaincammino-odv.org e canali social.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta del Sentiero del Romanico

LeccoToday è in caricamento