Federmanager: in videoconferenza la prima assemblea del triennio 2020-2022

All’ordine del giorno, in primis la presentazione del bilancio consuntivo 2019, presentato dal tesoriere Alfredo Viganò, e regolarmente approvato dagli intervenuti

Prima assemblea, rigorosamente con mezzi multimediali da distanziamento Covid, per Federmanager Lecco: la riunione si è svolta l’altra sera, 24 settembre, attraverso collegamento Internet, presenti il presidente uscente, Diego Bresciani ed il neo eletto Gianfranco Bonfanti.

La modalità è stata ufficialmente apprezzata dai presenti, che ne hanno riconosciuto i vantaggi in termini di tempo ed organizzazione della presenza.

All’ordine del giorno, in primis la presentazione del bilancio consuntivo 2019, presentato dal tesoriere Alfredo Viganò, e regolarmente approvato dagli intervenuti. Ma soprattutto, il passaggio di testimone fra Bonfanti e Bresciani; quest’ultimo, in un’articolata relazione delle attività svolte nell’ultimo triennio, ha ricordato i numeri caratterizzanti l’associazione: 630 associati a fine 2019, di cui 241 in attività, 337 fra pensionati ed inoccupati, 52 quadri (di cui prosegue costantemente l’incremento, segno di un trend di vitalità della categoria).

Numerosi I convegni e le iniziative che sono state organizzate nel periodo, anche in sinergia ed adesione con Federmanager nazionale, sempre con l’obiettivo della centralità del ruolo del dirigente nella gestione dell’economia, anche locale. Non sono mancate le iniziative solidali, come l’invito a Fondazione Telethon che ha raccolto fondi fra i soci da destinare alla ricerca scientifica.

Fra i servizi che Federmanger Lecco ha erogato, come da prassi, si ricordano il supporto operativo sulle problematiche di contratto di lavoro, di conciliazioni, di pensione e di pratiche Fasi/Assidai. Nel 2019 in particolare, si è inoltre concluso il Progetto M.E.T.A. promosso da Confindustria di Lecco e Sondrio e di Como, unitamente alle correlate sedi di Federmanager e finanziato da 4-Manager, avente come oggetto una “piattaforma di self-assessment del grado di digitalizzazione delle imprese e dei loro manager”, in particolare nei settori meccanica, tessile ed alimentare, a cui hanno partecipato anche 4 manager non occupati del nostro territorio.

Ultimo, ma non meno importante, l’impegno gratuito di una ventina di soci dirigenti in pensione che, attraverso la onlus GIRS e l’associazione Maestri del Lavoro, hanno portato la propria esperienza professionale e la loro conoscenza del tessuto economico-sociale nelle scuole della Provincia, nell’ambito dei progetti di Alternanza Scuola e Lavoro, con numeri di assoluto rilievo: 1900 studenti coinvolti con GIRS ed oltre 2000 con la rete dei Maestri del Lavoro.

Un passaggio di testimone fra nuovi Presidenti, quindi, in un’associazione locale che da sempre lavora per i manager di oggi, ma senza staccare lo sguardo e l’impegno dalla formazione di quelli del futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

  • Titolare senza mascherina, clienti all'interno: chiuso bar di Oliveto Lario

Torna su
LeccoToday è in caricamento