menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

«Confermata la zona arancione per la Lombardia, le misure rafforzate prese ieri hanno evitato quella rossa»

Il presidente Fontana: «Secondo la valutazione settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della salute arrivata oggi, la nostra regione ha parametri da arancione»

«La Lombardia, secondo la valutazione settimanale della Cabina di Regia di Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute dedicata al monitoraggio del rischio sanitario, ha parametri da zona arancione». Lo ha comunicato nel pomeriggio di oggi, venerdì 5 marzo, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Coronavirus, da venerdì 5 marzo tutta Lombardia in zona arancione rafforzato

«Considerato l’aumento della trasmissione del virus, determinato dalla variante inglese, l’organismo ministeriale ha però raccomandato alle regioni dove l’incidenza settimanale superi la soglia di 250 casi per 100.000 abitanti, come la nostra, di adottare il massimo livello di mitigazione - precisa inoltre Fontana - Un’iniziativa da me già adottata ieri con la decisione di rafforzare la zona arancione, inserendo oltre alla chiusura delle scuole anche altre restrizioni, come le visite a parenti amici e lo spostamento verso le seconde case e le situazioni che generano rischi di assembramento». 

La "Cabina di Regia" e l'obiettivo di anticipare il virus

«Un’iniziativa - sottolinea quindi il presidente - che risulta assolutamente coerente con la valutazione odierna della Cabina di Regia e che se non intrapresa avrebbe aggravato la situazione epidemiologica della regione e forse costretto la Lombardia a passare in zona rossa. Ho sempre detto che occorre trovare un equilibrio tra la sicurezza sanitaria e quella economica. L’ordinanza di ieri va in quella direzione, così come va nella direzione di anticipare e non rincorrere il virus. I nostri esperti hanno ben chiarito, e oggi la valutazione della Cabina di Regia lo ribadisce, che con la presenza di varianti non c’è tempo da perdere. Occorre agire rapidamente. Mi auguro che queste restrizioni possano essere sufficienti per rallentare e frenare la corsa dei contagi, allontanando il rischio della zona rossa».

«Dispiaciuto per i disagi arrecati ai genitori, ma non si poteva fare altrimenti»

«Sono molto dispiaciuto per i disagi che i genitori hanno dovuto affrontare per la chiusura della scuola, ma vorrei che comprendessero che purtroppo sono i contagi e il virus, talvolta, a dettare i tempi, soprattutto con queste varianti che coinvolgono maggiormente i più giovani. Attraverso la vicepresidente Moratti - conclude il presidente della Lombardia - abbiamo però sollecitato, questa mattina, in Conferenza Stato Regioni, il Governo per sbloccare immediatamente i sostegni per le famiglie, come i bonus baby sitting e i congedi parentali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento