Fontana: «Atteggiamento Conte grave, schiaffo in faccia ai lombardi»

Il governatore della Regione Lombardia: «Atteggiamento del premier inaccettabile, relegati in fascia rossa senza una motivazione valida e credibile»

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana

«Comunicare ai lombardi e alla Lombardia, all'ora di cena, che la nostra regione è relegata in fascia rossa senza una motivazione valida e credibile non solo è grave, ma inaccettabile. A rendere ancor più incomprensibile questa decisione del Governo sono i dati attraverso i quali viene adottata: informazioni vecchie di dieci giorni che non tengono conto dell’attuale situazione epidemiologica».

Coronavirus, Fontana: «Inaccettabile che le decisioni vengano prese sui dati di dieci giorni fa»

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando mercoledì sera le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a seguito dell'illustrazione del nuovo Dpcm che imporrà il lockdown a partire da venerdì 6 novembre. 

«Le richieste formulate dalla Regione Lombardia, ieri e oggi, dunque - conclude Fontana - non sono state neppure prese in considerazione. Uno schiaffo in faccia alla Lombardia e a tutti i lombardi. Un modo di comportarsi che la mia gente non merita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento