Splendida foto di un mandellese immortala una palla di fuoco nel cielo

L'immagine scattata da Andrea Zucchi nella serata di lunedì fa il giro del web. L'astrofilo Loris Lazzati del Planetario: «Probabilmente un bolide di insolite dimensioni e traiettoria»

Una delle foto scattate da Andrea Zucchi

Un bagliore nel cielo, di grandissime dimensioni, con una scia di fuoco, immortalato fortuitamente da un fotografo mandellese.

Andrea Zucchi, lunedì sera, ha ritratto con la sua macchina fotografica un astro passare a gran velocità, nella sua traiettoria, in linea d'aria nello specchio di cielo sopra Civenna. E subito è scattata la domanda classica di queste occasioni: di cosa si è trattato?

«Scatto fotografie da tanti anni, come appassionato anche se, qualora avessi potuto, ne avrei fatto una professione - racconta Zucchi a Lecco Today - Stavo utilizzando uno zoom potentissimo, 24-3.000 mm, per ritrarre il cielo prima del temporale. Ho zoomato a metà perché l'oggetto viaggiava veloce, ho immortalato la pallina di fuoco con la coda. È una cosa che non ho mai visto, sono contento che abbia destato curiosità e che siano arrivate risposte da esperti».

«Aspettiamo altre segnalazioni»

Abbiamo chiesto una spiegazione all'astrofilo Loris Lazzati, del Planetario di Lecco. «Doveva essere un bolide molto grosso, è stato fortunato perché a un quarto alle nove di sera fotografarlo tanto brillante è inusuale - spiega Lazzati - La stranezza è che non sia giunta nessun'altra segnalazione, in tanti avrebbero dovuto vederlo. Aspettiamo testimonianze nei prossimi giorni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tre serate di approfondimento nel cortile di Palazzo Belgiojoso

«La traiettoria che mi aveva descritto era compatibile con i satelliti della Starlink, ma guardando la foto ho escluso questa ipotesi - prosegue Lazzati - L'oggetto, dalla foto, pare molto simile a un bolide, una grossa meteora; se fosse stata al contrario, la traiettoria sarebbe compatibile con lo sciame delle Delta acquaridi, meteore che ieri e oggi hanno avuto il loro picco. Ma andava in senso contrario, potrebbe essere un caso sporadico, oppure un detrito di satellite ormai distrutto che cade nell'atmosfera, ma avrebbe avuto un bagliore meno blu».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento