menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gian Mario Fragomeli

Gian Mario Fragomeli

«Ats vuole accentrare la campagna lecchese in pochi e grandi hub»: Fragomeli chiede l'intervento del Ministero

Il parlamentare lecchese ha riferito alla Camera dei Deputati dei recenti avvenimenti legati ai centri di Oggiono, Calolziocorte, Merate, Cernusco Lombardone, Casatenovo, Valmadrera, Mandello del Lario e anche Lissone

«Il 23 marzo, senza motivazione nè preavviso alcuno, Ats Brianza ha improvvisamente deciso di chiudere i centri vaccinali comunali già operativi e di bloccare gli altri centri locali in procinto di partire». A denunciarlo alla Camera chiedendo l'intervento del ministero della Salute è Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese del Partito Democratico. Fragomeli elenca i punti di somministrazione che in seguito alla disposizione dell'Azienda sanitaria del territorio hanno dovuto fermare le inoculazioni del vaccino anti-Covid. Viene menzionato, ad esempio, «quello di Olgiate Molgora, che in soli cinque giorni di attività aveva già somministrato 500 dei 1.200 vaccini assegnati», che dovrebbe essere riaperto martedì 31.

«Ats vuole accentrare la campagna in pochi, grandi hub»

Stando a quanto riferito dal parlamentare brianzolo, sono fermi anche diversi centri in provincia di Lecco e Monza Brianza, come «Oggiono, Calolziocorte, Merate, Cernusco Lombardone, Casatenovo, Valmadrera, Mandello del Lario e Lissone». L'obiettivo dell'Ats, secondo il deputato dem, è quello di «accentrare la campagna presso pochi, grandi hub posti sul territorio». Questi hub, però, «non saranno operativi prima di alcune settimane», denuncia Fragomeli. «Il rischio è che si accumulino altri ritardi, in una Regione che è già abbastanza indietro nelle somministrazioni. Ad oggi sono stati vaccinati con la prima dose poco più della metà degli over 80».

Per questo motivo, Fragomeli chiede al Ministero della Salute di intervenire affinchè siano «riattivati i centri comunali». «Le linee guida del Governo rispetto alla gestione del Piano vaccini nazionale indirizzano chiaramente i responsabili delle varie campagne di vaccinazione locali a effettuare una distribuzione dei presidi e dei centri di vaccinazione che sia la più capillare ed efficiente rispetto ai vari territori», chiosa il deputato dem.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Lotta al Covid-19: oggi arrivano oltre tremila vaccini Moderna

  • Attualità

    Nuovo mistero "lecchese": «Volto di Gesù nella manica della Gioconda»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento