menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clima secco e temperature in rialzo: allerta per rischio incendi a tempo indeterminato

La Protezione Civile di Regione Lombardia ha emesso un'allerta di codice arancione senza data di scadenza

Dal 22 marzo in gran parte della Lombardia, tra cui tutto il Lecchese, è aperto il periodo di alto rischio incendi boschivi (nota protocollo Z1.2021.0009016 del 22 marzo 2021) con decorrenza da lunedì e sino a revoca. A proclamarlo è stata la Protezione Civile che fa capo alla Regione, che ha anche diffuso il bollettino meteo per i prossimi giorni.

Lombardia: alto rischio d'incendi

Per la giornata di domani, 25/03, previsto cielo da poco nuvoloso a velato, nelle ore centrali nuvolosità più irregolare. Precipitazioni assenti. Venti in pianura deboli variabili, in montagna deboli da Ovest. Il grado di pericolo è quindi stazionario sull'intero territorio regionale, in particolare per quanto riguarda la componente del combustibile fine: alto su fascia prealpina, Valchiavenna e Appennino pavese e localmente anche su Alpi Centrali e Valcamonica; medio su Alpi Centro-Orientali (ad esclusione dell'Alta Valtellina) e pianura occidentale. Pertanto le condizioni meteo-climatiche e l’umidità del combustibile fine vegetale (in particolare nelle zone con codice colore di allerta arancione) sono tali da generare possibili incendi con intensità del fuoco elevata e una propagazione veloce.

Si evidenzia che nel periodo di alto rischio incendi boschivi è fatto divieto assoluto, senza eccezione alcuna, su tutto il territorio regionale: di accensione di fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiori a 100 metri; far brillare mine; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori, fornelli o inceneritori che producano braci o faville; gettare mozziconi accesi al suolo; compiere ogni operazione che possa creare pericolo di incendio, nonché la combustione, nel luogo di produzione, di piccole quantità di materiali vegetali derivanti da attività agricole e forestali. Per i trasgressori scattano pertanto le sanzioni previste dalla legge e applicate sul territorio regionale in esecuzione del decreto dirigenziale n. 17520 del 2 dicembre 2019, pubblicato sul BURL n. 49, Serie Ordinaria, del 6 dicembre 2019. Per scongiurare il pericolo di innesco e propagazione degli incendi boschivi, si invita la popolazione ad adottare comportamento corretti, informarsi costantemente sulle previsioni di rischio Incendi Boschivi utilizzando l'app AllertaLOM e avvisare le Autorità competenti in caso di necessità e/o avvistamento di incendi boschivi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento