menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Io non rischio": i volontari spiegano ai cittadini cosa fare in caso di calamità

Sabato 12 ottobre 2019 a Lecco in Piazza XX Settembre la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile. Presente il sindaco di Dervio che racconterà la gestione dell'emergenza dello scorso giugno

Al via da domani, sabato 12 ottobre, la campagna "Io non rischio", iniziativa organizzata nell'ambito della Settimana della Protezione civile, dedicata alla diffusione della cultura della prevenzione e della formazione. Novanta piazze lombarde, oltre 500 volontari a disposizione della cittadinanza per illustrare le diverse tipologie di rischi.

L'iniziativa sarà presente anche nel nostro capoluogo, in Piazza XX settembre, dalle ore 9.30 alle 17.30. Dalle ore 11 spazio alla testimonianza del sindaco di Dervio Stefano Cassinelli che racconterà come è stata gestita l'emergenza della scorsa estate con l'alluvione e l'esondazione del torrente Varrone; dalle ore 14.30 alle 17.30 gli ingegneri del Politecnico di Milano simuleranno il rischio alluvione con un modellino.

Forini: «Lombardia esposta ai rischi naturali»

«Anche la Lombardia - sottolinea l'assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni - è una regione esposta ai rischi naturali, in particolare ad alluvioni e terremoti, come hanno dimostrato recentemente il sisma nel Mantovano del 2012 e le numerose calamita' naturali che si sono abbattute sulle nostre province in particolare negli ultimi due anni. L'attenzione alle politiche di mitigazione del rischio sismico e idrogeologico è quindi una delle priorita' di Regione Lombardia e la diffusione della cultura di protezione civile è uno dei mezzi più efficaci a nostra disposizione».

Esonda il Varrone a Dervio, centinaia di sfollati

Quest'anno infatti i volontari non si limiteranno a lasciare il materiale informativo alle persone, ma si fermeranno a parlare con loro, illustrando i problemi e mettendosi a disposizione per eventuali domande e chiarimenti sui rischi presenti sul territorio, e coinvolgendoli attraverso la simulazione di eventi catastrofici, proiezione di filmati, mini-esercitazioni, visite guidate alle zone dei paesi esposte maggiormente a rischi di esondazione o di frane.

«Non verrà mai sottolineata abbastanza l'importanza dei 25mila volontari di Protezione civile - ha aggiunto Foroni - che operano in Lombardia e che costituiscono una grandissima ricchezza ed eccellenza. Quando c'è qualche rischio "i nostri angeli" sono sempre pronti a mettersi a disposizione della comunità e della collettività con passione e dedizione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento