Iperal «tra la realtà attuale e la probabile convivenza forzata con le misure di contrasto al Covid-19»

La catena di supermercati valtellinese, con vari punti vendita anche nel Lecchese, fa il punto durante l'emergenza sanitaria

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Le prime avvisaglie di quanto sarebbe successo si sono avute lo scorso 31 gennaio, a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza rilasciata dal Governo italiano; ma è dallo scorso 8 marzo che tutti noi abbiamo dovuto cominciare a “combattere” giornalmente con l’attuale situazione, con la quale stiamo ancora oggi vivendo.
Tutti eravamo impreparati, ma da subito, per la sicurezza dei clienti e dei nostri oltre tremila collaboratori, abbiamo dovuto pensare e mettere in atto una serie di misure volte a prevenire i rischi di contagio.

Oggi queste misure di prevenzione sono più che mai presenti ed efficaci nei negozi Iperal e in tutte le nostre sedi lavorative.
L’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale, come mascherine e guanti, la sanificazione frequente dei locali, la presenza di sanificatori per le mani, la possibilità di accedere a fare la spesa per un solo componente per famiglia, munito obbligatoriamente di carrello per aumentare le distanze interpersonali, l’accesso ai negozi regolato e contingentato in funzione delle dimensioni e degli spazi interni, l’adozione di barriere e protezioni in plexiglass per proteggere clienti e operatori, sono solo alcune delle immediate misure da subito adottate.

Dal punto di vista organizzativo l’impatto è stato importante: le richieste di assistenza alle nostre operatrici del servizio clienti sono letteralmente esplose come si sono moltiplicate le prenotazioni al servizio di Spesa Online con ritiro in negozio, passando dalle circa 650 preparazioni giornaliere ante Covid, alle attuali oltre 1600.

L’impegno è stato notevole, sia in termini umani che in termini informatici e di attrezzature necessarie. 

La necessità di “rimanere a casa” e di limitare allo stretto indispensabile le uscite, soprattutto per determinate categorie a rischio, hanno poi reso indispensabile un nostro impegno per riuscire ad organizzare un servizio di consegna a domicilio, fino ad allora presente solo in alcuni paesi in Brianza.

La risposta non poteva in questo caso essere immediata in quanto era necessario lavorare sulla piattaforma informatica di prenotazione, sulla disponibilità di appositi furgoni refrigerati per la consegna e soprattutto sulla formazione del personale. 
Ad oggi il servizio di consegna a domicilio Iperal è stato attivato in alcuni comuni della provincia di Sondrio, Como, Bergamo e Brescia, oltre che nei già presenti comuni in provincia di Monza Brianza e l’obiettivo è continuare a potenziare il servizio ed estendere la copertura al maggior numero di paesi, nel più breve tempo possibile.

Purtroppo anche noi di Iperal siamo ormai convinti che la situazione non potrà cambiare nel breve termine e ci stiamo preparando a convivere con questa realtà.
Stiamo lavorando per migliorare i livelli di protezione all’interno dei nostri supermercati, per aumentare la sicurezza dei nostri clienti nel fare la spesa e dei nostri collaboratori nel servirvi al meglio tutti i giorni.

In questi giorni, nel supermercato di Cassina de’ Pecchi è stato installato un nuovissimo sanificatore per carrelli disponibile all’ingresso del negozio; i nostri addetti alla vendita in corsia saranno dotati di nuove pettorine che simpaticamente ricorderanno a tutti l’importanza di mantenere le distanze di sicurezza interpersonali; per aumentare il livello di protezione reciproca, nei negozi delle aree maggiormente colpite, le cassiere saranno dotate di apposite visiere protettive.

Sicuramente degno di essere menzionato è il progetto “Angeli della Spesa” al quale noi di Iperal stiamo lavorando per permettere, nel breve tempo, ai volontari dell’associazione Angeli della Spesa di fare la spesa nei nostri negozi e di consegnarla direttamente a casa dei clienti.
Un importante servizio per chi ne ha bisogno e un’opportunità di guadagno per i volontari, in questo momento di difficoltà sociale.

Iperal ringrazia ancora l’impegno e la dedizione prestata da tutti i propri collaboratori che ogni giorno sono in grado di rifornire le merci e mantenere elevato il livello di servizio, nonostante le difficoltà del momento e la fedeltà e la comprensione di tutti i clienti che ogni giorno continuano a servirsi nei nostri supermercati.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento