rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

La Scuola della Costituzione: l’Anpi si fa promotore di una visione universale ed equa dell’educazione

L’Anpi provinciale di Lecco dà il via alla rassegna “La Scuola della Costituzione”: dal 18 maggio - al 18 giugno 2023

“Io penso che per gli educatori autentici niente è impossibile: se noi offriamo ai bambini una scuola capace di trasformare le diversità in valori positivi, può avvenire il cambiamento della società al suo interno. Soltanto così i bambini d’oggi, che la società ha formato a sua immagine secondo le regole attuali fondate sul consumismo e la competizione, possono diventare cittadini responsabili, motivati, educati”

Mario Lodi

Aprile 2023

Premessa

Nel 2022 come Anpi promuovemmo un corso di formazione per docenti di ogni ordine e grado. Il primo impegno pubblico del nostro comitato provinciale, dopo l’emergenza sanitaria, fu proprio rivolto alla scuola pubblica, con l’intento di divulgare i valori espressi nella Costituzione repubblicana e gli ideali di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale.

Pur segnalando l’ottima riuscita dell’iniziativa sopra citata ci rendemmo conto allora, come organizzatori, di quanto fosse opportuno insistere sulla rete territoriale a favore della formazione di tutta la comunità educante, affinando lo sguardo anche sulla scuola primaria e sui processi di educazione non formale e informale.

Fu allora che con il Movimento di Cooperazione Educativa (gruppo territoriale di Lecco) iniziammo a progettare una rassegna aperta, non solo ai docenti e alle docenti, incentrata soprattutto sulla figura di Mario Lodi nel centenario della sua nascita. Riteniamo, infatti, che figure come quelle di Mario Lodi e Gianni Rodari abbiano tradotto nel loro lavoro quotidiano alcuni dei valori più importanti della nostra Costituzione repubblicana, di cui quest’anno si celebra il 75° anniversario.

Infine l’occasione del trentennale di Continente Italia, coordinamento di associazioni nazionali e locali che propone interventi di approfondimento su temi interculturali e sociali presso gli istituti superiori del territorio, ha allargato ulteriormente le competenze della rete di proponenti del Progetto “La Scuola della Costituzione”, arricchendo, pur nelle differenze d’approccio, lo sguardo complessivo sullo stato dell’arte delle nostre scuole e di ciò che deve essere fatto, dai corpi intermedi della società, per sviluppare pienamente una visione universale e equa dell’educazione.

La nostra idea di scuola 

Una scuola pubblica di tutt*.

La scuola che abbiamo in mente oggi, deve tendere ad arricchire il principio di uguaglianza con quello dell’equità, cioè deve insistere su pratiche e prassi che superino il modello inclusivo a favore di uno universalistico che abbracci l’infinita varietà delle differenze umane.

Sull’equità la nostra Costituzione è una sorta di stella polare. Gli articoli 3 e 34 (≪Rimuovere gli ostacoli…≫, ≪La scuola è aperta a tutti…≫) definiscono la scuola come un vero e proprio laboratorio di democrazia che ci è stato consegnato da quel passato glorioso del nostro paese e dal pensiero politico costituente che mosse la Resistenza antifascista. Il tema dell’equità è il motore motivazionale della scuola che vogliamo, una scuola fondata sui diritti umani e sulla giustizia sociale, una scuola che, in nome di questi valori, sa essere anche contro oltre che pro.

L’universalità, invece, avvicina la nostra riflessione alla biodiversità delle nostre classi, ecosistemi in cui devono essere analizzate, comprese e valorizzate le differenze di tutti. Differenze che mutano, si evolvono con il cambiare rapido della società e con le quali, da docenti, educatori e adulti di riferimento, siamo chiamati a confrontarci. Un confronto e una riflessione possibile solo se saremo in grado di aumentare le occasioni di apprendimento e di partecipazione sociale.

La rassegna in sintesi

Riteniamo che la proposta de “La Scuola della Costituzione", introduca adeguatamente i temi sopracitati: equità, universalità, Costituzione e partecipazione sociale. Ciononostante segnaliamo di quanto questo esperimento sia un piccolo e modesto contributo che come organizzazioni intendiamo svolgere a favore di quell’idea di scuola che abbiamo tentato di introdurre nel presente documento.

  • 18 MAGGIO 2023 - I.S. Parini (sala Don Puglisi) ore 20.45

La scuola nella costituente e nella Costituzione. A cura di Angelo De Battista di Anpi Lecco. Letture tratte da "Insegnare libertà. Storie di maestri antifascisti" (2018, Donzelli editore).

  • 25 MAGGIO 2023 - I.C. Lecco 3 (aula magna A. Stoppani) ore 20.45

L'eredità di Mario Lodi per la scuola cooperativa. Condivisione di pratiche, stili e materiali a cura di MCE (Movimento di Cooperazione Educativa) Lecco. I partecipanti saranno condotti a scoprire la scuola immaginata e praticata da Mario Lodi e la sua eredità nella scuola di oggi attraverso la lettura di alcuni suoi testi e il racconto (arricchito da materiali didattici e video) delle esperienze didattiche che il gruppo ha promosso durante l'a.s. 22/23 in varie classi, dall'infanzia alla secondaria di secondo grado.

  • 08 GIUGNO 2023 - I.S. A Manzoni (aula magna ex ITS Bovara) ore 18.30

Per il 30° anniversario di Continente Italia ci focalizzeremo sul tema dello "ius soli" conquista importante a favore di una vera rimozione degli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano, di fatto, la libertà e l’eguaglianza dei cittadini e delle cittadine. La sua mancata approvazione toglie a tutta la società la ricchezza che nasce dalla diversità delle tante culture, ormai sempre più vive e presenti tra noi.

Con Fulvia Antonelli, ricercatrice del Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin" dell’Università di Bologna e collaboratrice della rivista Asini. L’intervento sarà impreziosito dalla partecipazione dei giovani del centro culturale Assalam di Lecco.

* per iscrizione a questo evento contattare via email: lecco@mce-fimem.it

  • 18 GIUGNO - Teatro Invito (Via Ugo Foscolo 42) ore 17.00

Spettacolo Teatrale "Cipì, il gioco del teatro" di Campsirago Residenza di Anna Fascendini e con Sara Milani. Spettacolo di teatro partecipativo in cui i bambini diventano protagonisti dell’evento performativo. A partire dalla storia di Cipì, il piccolo passero avventuroso che vuole crescere e scoprire il mondo, i bambini partecipano a una messa in scena collettiva, attraverso “il gioco del teatro” come lo praticava Mario Lodi stesso insieme agli alunni della sua scuola elementare del Vho.

Per informazioni: +39 347 663 8136

Per iscriversi agli eventi in programma: * l’iscrizione non è obbligatoria ma consigliata in modo da agevolare gli organizzatori nella logistica degli eventi

Il programma della Scuola della Costituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Scuola della Costituzione: l’Anpi si fa promotore di una visione universale ed equa dell’educazione

LeccoToday è in caricamento