menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Garibaldi si colora: anche Lecco si dichiara "Città dei Diritti"

Scritta arcobaleno sulla pavimentazione della piazza, "Black human migrant lives matter". A realizzarla le Alborelle. «Ci piaceva l'idea che anche la città potesse parlare»

"Lecco città dei diritti". Una dichiarazione forte, non solo gridata attraverso le piazze e le vie del capoluogo, o via etere sui social network: dalla notte scorsa, fra venerdì e sabato, è anche impressa sulla pavimentazione in Piazza Garibaldi.

"Black human migrant lives matter": questo lo slogan arcobaleno che le Alborelle di Lecco - ovviamente con i necessari permessi - hanno impresso nella centralissima piazza della città; anche Lecco si è così unita al coro di tante altre località italiane, per lanciare un messaggio trasversale di tolleranza e umanità, sottolineando che la vita di ogni essere umano conta allo stesso modo. È l'adesione alla campagna "Cento sfumature di umanità" lanciata dal movimento nazionale delle Sardine.

"Lecco non si lega": mille alborelle scendono in piazza contro violenza e odio

«Ci piaceva l'idea che, oltre alle persone, anche la città potesse parlare, inviare un messaggio attraverso la propria voce - ha spiegato Francesco Braguti, delle Alborelle di Lecco - Un messaggio di umanità, di vita, di diritti: ogni singola vita conta. Senza se e senza ma. Da questa notte, unendosi al coro di tante altre città italiane, anche Lecco si dichiara Città dei Diritti».

post braguti alborelel-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento