Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

«Approvato OdG sulle misure anti-Covid: ecco concretezza, ascolto e attenzione ai bisogni dei nostri concittadini»

Brigatti, Minuzzo e Caravia (Lecco Merita di Più - Forza Italia) hanno visto "passare" il loro Ordine del Giorno durante l'ultimo Consiglio comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Lunedì sera abbiamo presentato in consiglio un Ordine del Giorno volto da un lato a ad implementare azioni atte al contenimento della diffusione del Coronavirus, dall’altro ad impegnare la Giunta a prevedere aiuti economici a quelle categorie di residenti e attività cittadine che purtroppo non sono state ricomprese nell’alveo dei ristori nazionali.

Anche la maggioranza ha votato favorevolmente, apponendo modifiche più formali che sostanziali all’OdG stesso.

Questo sarà il modus operandi del nostro gruppo per l’intera consigliatura: concretezza, ascolto e attenzione ai bisogni dei nostri concittadini. Ci auguriamo possa essere un metodo condiviso da tutti, perché quello che i Lecchesi ci chiedono soprattutto in questi momenti difficili non sono copertine patinate, citazioni auliche e slogan avveniristici, ma piccoli e grandi passi efficaci per il bene della nostra città!

Emilio Minuzzo
Simone Brigatti
Giovambattista Caravia

PREMESSO CHE

• La situazione pandemica durerà altri mesi nei quali vi saranno continui aggiornamenti del quadro normativo nazionale e/o regionale;

• La ripresa della diffusione della pandemia sta comprensibilmente generando grande preoccupazione nella nostra gente per le ricadute sanitarie, economiche e sociali.

• Le misure ritenute più efficaci dalle autorità sanitarie per il contenimento della diffusione del virus consistono nel distanziamento tra le persone, nell’uso delle mascherine e nella sanificazione delle mani delle superfici e degli ambienti;

• I dati evidenziano che, pur registrando una riduzione dell’età media delle persone contagiate, l’incidenza delle persone over 65 decedute a causa del virus supera il 90% del totale;

• Per gli operatori della ristorazione, del turismo, dello sport e della cultura sono state imposte limitazioni così drastiche che rischiano di pregiudicare il futuro di interi settori della nostra economia;

• Esistono categorie lavorative le cui attività sono oggettivamente limitate in maniera rilevante dalla pandemia, ma sono rimaste escluse dall’alveo dei beneficiari dei Decreti Ristoro nazionali e regionali;

• Va inoltre rilevato che le ricadute economiche causate dalla pandemia hanno portato ad una potenziale emersione di importanti fenomeni legati all'usura, esponendo maggiormente il nostro tessuto economico-sociale ad infiltrazioni di carattere malavitoso;

• Non sono mai stati diffusi dati certi che consentano di identificare scientificamente le attività e i luoghi più a rischio contagio e che quindi motivino le scelte assunte;

• E’ compito di tutte le istituzioni attivarsi per garantire, ciascuno nei propri ambiti di competenza ed in collaborazione tra loro, l’assunzione di tutte le azioni utili a ridurre la diffusione del virus;

• Il grave periodo di crisi che sta vivendo anche la nostra comunità cittadina richiede la massima collaborazione tra le amministrazioni pubbliche, le associazioni di categoria del mondo produttivo e le realtà del terzo settore che, già in occasione della prima ondata della pandemia, hanno dato un aiuto importante alla nostra popolazione;

• Il Presidente della Repubblica ci ha saggiamente sollecitato ad assumere comportamenti responsabili ispirati alla collaborazione istituzionale;

• Il Comune di Lecco, essendo capoluogo della Provincia di Lecco, può svolgere un ruolo di promotore e di coordinamento di iniziative e attività che coinvolgono l’intera provincia di Lecco;

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE A

 1. mantenere il dialogo con l'ATPL, Lecco Trasporti e LineeLecco, per monitorare al meglio la situazione inerente i trasporti – in particolar modo quelli legati al mondo scolastico- e considerare collaborazioni con operatori del settore privato, coinvolgendo in questa verifica anche i rappresentanti delle categorie economiche interessate, al fine di garantire il rispetto della percentuale massima prevista dalle normative vigenti;

2. monitorare costantemente, unitamente con il Dirigente dell’UST e la Provincia di Lecco, la situazione inerente l'idoneità degli spazi classe e degli orari d'accesso di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado, continuando ad attivare congiuntamente azioni tese alla corretta fruizione delle aule nel rispetto delle normative vigenti in tema di contrasto alla pandemia;

3. supportare le azioni d'aiuto destinate alla tutela dei nostri concittadini over 65 e delle famiglie indigenti, attraverso una serie di servizi domiciliari (es. spesa a casa, piccole consegne o commissioni) da erogarsi in accordo con le associazioni di categoria del commercio e con il supporto delle realtà del volontariato;

4. con l’auspicio che al più presto possano essere riaperti i ristoranti e i bar anche nelle ore serali nel rispetto di tutte le regole di sicurezza, avviare una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza per la promozione dei servizi offerti dagli esercenti dei settori sopra citati –ad esempio: asporto, consegne a domicilio con le associazioni di categoria;

5. continuare a promuovere, supportando e implementando i progetti per la creazione di nuovi “luoghi dell’espressività” attraverso il coinvolgimento dei media locali (televisioni, giornali, portali) e la creazione di un canale youtube dedicato, per consentire ai nostri cittadini di poter continuare ad accedere a contenuti culturali, anche attraverso il coinvolgimento e la valorizzazione degli artisti locali;

6. implementare, laddove possibile, la stretta sinergia con l’ASST di Lecco e l’ATS della Brianza attraverso gli spazi ed i servizi di supporto necessari al fine di poter erogare i servizi sanitari o socio-sanitari;

7. Omissis

8. l’amministrazione comunale rafforzi il sistema delle azioni di sostegno per le realtà escluse dagli interventi nazionali e/o regionali in favore di due macro categorie:

- lavoratori che hanno subito pregiudizi economici a causa della pandemia;

- tutti gli operatori economici e sociali che non avevano e/o non hanno i requisiti per accedere agli interventi economici previsti dagli enti superiori, ossia coloro che hanno ricevuto una delibera negativa dal medio credito centrale alla richiesta di garanzia o quelle categorie di operatori esclusi ab origine.

L'azione amministrativa dovrà tendere alla costituzione di un fondo o di analoghi strumenti di sostegno di suddette realtà, in particolare dovrà essere di supporto a quei soggetti potenziali vittime di usura, i quali, non avendo avuto la possibilità di usufruire dei fondi sin qui stanziati, sono meritevoli di accedere al fondo ex legge 108/1996.

9. aggiornare periodicamente il Consiglio Comunale sull'andamento delle azioni concrete sul tema della pandemia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Approvato OdG sulle misure anti-Covid: ecco concretezza, ascolto e attenzione ai bisogni dei nostri concittadini»

LeccoToday è in caricamento