Lecco Solidale: iniziative a sostegno delle famiglie e del commercio. «Famiglia, rioni e innovazione»

Il Comune di Lecco assegnerà i buoni spesa seguendo due criteri-chiave: una valutazione dell’indice ISEE della famiglia o l’emergere di nuove situazioni economiche di difficoltà, prevalentemente dovute all’impossibilità di svolgere la propria attività lavorativa a causa della pandemia

Emanuele Manzoni, sopra, e Giovanni Cattaneo, assessori comunali

Pronta una nuova fase dei buoni spesa destinati all’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità: parte l’iniziativa “Lecco Solidale” che mette a disposizione delle famiglie 256.240,50 euro come risposta urgente ai bisogni. Il Comune di Lecco assegnerà i buoni spesa seguendo due criteri-chiave: una valutazione dell’indice ISEE della famiglia o l’emergere di nuove situazioni economiche di difficoltà, prevalentemente dovute all’impossibilità di svolgere la propria attività lavorativa a causa della pandemia.

"Lecco Solidale": i criteri di asssegnazione

«Intendiamo garantire, nei limiti del possibile e nel modo più immediato, il sostegno dei nuclei familiari economicamente più in difficoltà per le conseguenze dell’emergenza sanitaria – sottolinea l’assessore al Welfare del Comune di Lecco Emanuele Manzoni -, con una misura che si aggiunge ai differenti bonus statali e regionali attivati e alle misure di sostegno al reddito a favore di persone e nuclei con redditi bassi. Nella prima edizione dell’iniziativa erano stati 950 i nuclei idonei, ma alcuni di loro avevano rinunciato alle risorse per destinarle a chi ne aveva più bisogno; oggi, comunque, i criteri di accesso sono un po’ diversi per rendere l’iniziativa il più possibile accessibile alla cittadinanza». L’intervento del Comune si inserisce nell’ambito delle “Misure urgenti di solidarietà alimentare” introdotte dal Decreto Legge n. 154 del 23 novembre scorso con un’attenzione particolare a coinvolgere in questa rete solidale i negozi presenti nei vari rioni della città. Il primo passo sarà quello dell’accreditamento: le famiglie che intendono far richiesta dei buoni spesa e gli esercizi commerciali disponibili ad aderire avranno a disposizione una piattaforma online e un team di operatori dedicato alla gestione delle domande.

«Valorizziamo famiglia, rioni e innovazioni»

L’iniziativa è possibile attraverso una partnership con l’impresa sociale Girasole e la collaborazione con il Progetto Valoriamo, in un quadro di consolidata integrazione in ambito sociale tra l’azione della pubblica amministrazione e i soggetti del terzo settore e del volontariato locali. I buoni spesa saranno erogati sotto forma di voucher cartacei da 20 euro e potranno essere spesi per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità, farmacie e parafarmacie incluse, in tutti i punti-vendita che da gennaio aderiranno alla proposta “Lecco solidale”. La famiglia potrà scegliere dove spendere questi voucher con un’importante novità: almeno il 40% di questa spesa dovrà essere fatta presso i piccoli commercianti di prossimità accreditati.

«La finalità di questa misura è duplice - sottolinea l’assessore al Commercio e attività produttive del Comune di Lecco Giovanni Cattaneo -, perché andiamo a sostenere da un lato i nuclei familiari in difficoltà, dall’altro iniettiamo nel sistema economico lecchese denari destinati proprio a quelle piccole imprese commerciali di prossimità che rappresentano un punto di riferimento per i nostri rioni, alimentando un circolo virtuoso di risorse. Questa amministrazione ha fatto una scelta molto significativa e il progetto valorizza tre aspetti: l’attenzione alla famiglia, l’attenzione ai rioni e l’attenzione alle innovazioni». La fase di accreditamento inizierà lunedì 4 gennaio, tutte le informazioni per accedere alla piattaforma per registrarsi e compilare la domanda saranno disponibili sul sito del Comune di Lecco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento