menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecchesi, tutti con gli occhi verso il cielo: stasera c'è la Superluna

Si troverà al perigeo sette ore prima della Luna Piena. Rispetto a una Luna Piena a distanza media sarà 27mila km più vicina, apparirà circa il 7% più grande e il 15% più luminosa

Questa sera tutti con naso e occhi all'insù, a scrutare la meraviglia del cielo. Martedì 19 febbraio si verificherà infatti il fenomeno della superluna: si potrà dunque ammirare, anche grazie alle condizioni climatiche favorevoli che renderanno il cielo sereno in quasi tutta Italia, compreso il Lecchese, una Luna dalle dimensioni più grandi del solito.

Si tratta di un fenomeno non rarissimo - quest'anno è già successo una volta - ma l'occasione di oggi sarà, a detta degli esperti, la migliore. Il consiglio agli appassionati, e ai semplici curiosi, è di evitare telescopi e binocoli: la differenza con una normale Luna piena infatti è difficilmente scorgibile, ed è preferibile guardarla a occhio nudo per ammirare la sua pienezza e la sua luminosità. 

Quando vederla

La "superluna" sarà visibile anche nel cielo lecchese da quando il satellite terrestre sorgerà, tra le ore 17.20 e le 18. Alle 10.07 del mattino raggiungerà il suo perigeo, mentre alle 16.53 il plenilunio.

Che cos'è

Abbiamo chiesto a Loris Lazzati, responsabile del Planetario di Lecco, di illustrarci il meccanismo del fenomeno della Superluna. «La Luna ha un'orbita ellittica, con distanza minima dalla Terra (perigeo) di 356.410 km e una distanza massima (apogeo) di 406.740 km - spiega - Quando avviene la Luna Piena, può avvenire con la Luna a una qualsiasi distanza compresa tra queste. Quando avviene non lontana dal perigeo (per convenzione sotto i 362.000 km) si parla di superluna. Domani sarà 356.761 km (la distanza media Terra-luna è di 384.400 km), quindi a una delle distanze minime possibili (non la minima assoluta). La Luna si troverà al perigeo sette ore prima della Luna Piena. Rispetto a una Luna Piena a distanza media sarà 27mila km più vicina, apparirà circa il 7% più grande (fino al 7%) e il 15% più luminosa. Sembrano numeri grandi ma all'occhio, specie inesperto, l'effetto non verrebbe mai notato se non si fosse informati. La periodicità è di circa una superluna all'anno, come media».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento