menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Maggiore di Novara

L'ospedale Maggiore di Novara

Da Lecco a Novara per combattere un tumore al naso: la storia di Barbara

La lettera di una lettrice, inviata a NovaraToday, che vuole ringraziare tutto lo staff dell'ospedale Maggiore per le cure ricevute

I colleghi di NovaraToday hanno ricevuto e pubblicato la lettera di Barbara Invernizzi, lecchese, che ha voluto ringraziare l'ospedale Maggiore di Novara, dov'è stata recentemente in cura a causa di un tumore al naso.

La lettera di Barbara

La mia storia è stata abbastanza lunga e complessa: dopo circa 2 anni di visite ed esami, nel dicembre del 2016 ho scoperto di avere un carcinoma spinocellulare al naso grazie al dott. Gianluca Tadini, dermatologo dell’ospedale Maggiore Policlinico in via Pace a Milano, che è stato il primo a prendere a cuore il mio caso e mi ha indirizzato all’ospedale Maggiore della Carità di Novara, dove sin dall’inizio mi sono sentita circondata da professionalità e umanità. Nel reparto di dermochirugia, il dott. Paolo Boggio, dopo avergli esposto la mia storia e dopo avermi visitato, si è immediatamente attivato e mi ha mandato nel reparto di otorinolaringoiatria dove ho trovato il prof. Francesco Pia con tutto il suo staff, e nel giro di una settimana, a gennaio 2017, è partita la serie dei primi 3 interventi chirurgici per la rimozione del tumore che nel frattempo aveva sviluppato anche delle metastasi ai linfonodi del collo.

Successivamente sono passata all’ospedale Manzoni di Lecco, dove ho seguito le sedute di radioterapia e chemioterapia: grazie al dott. Carlo Soatti di radioterapia e a tutto il suo staff per l’umanità e la professionalità con cui mi hanno seguito e tutt’oggi mi seguono nel percorso per i controlli, grazie allo staff oncologico e grazie al dott. Giovari Matteo (Otorino) per la pazienza che ha avuto con me in un anno per le mie "medicazioni".

Sono poi tornata di nuovo a Novara nel reparto di Chirurgia Plastica Ricostruttiva, dove il prof. Giovanni Verna, il dott. Antonio Taveggia, il dott. Antonio Russo e il dott. Igor Valtorta, nonché tutti gli infermieri partendo da Sabrina (a tutti loro un grazie speciale), mi hanno seguito per il lungo percorso di ricostruzione del naso dopo aver effettuato a marzo 2018 il primo complesso e innovativo intervento di microchirurgia ed i successivi non da meno (ad oggi 6).

Che dire... si sente tanto parlare di malasanità e sono io la prima a sostenere il fatto che purtroppo per 2 lunghi anni di visite ed esami nessuno ha capito il mio problema, ma esistono anche medici da ammirare per professionalità, umanità, serietà ed è giusto parlare di loro, dei loro studi, della loro esperienza che ha permesso a me di riavere un volto e aiutare tanti altri pazienti oncologici con varie patologie.
Grazie di cuore a tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento