rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

"Trasmissione Rai su Lecco, bella ma con gravi imprecisioni"

Un nostro lettore ha inviato una lettera alla tv di Stato dopo la puntata de 'Il Provinciale': "Inesattezze sull'ubicazione della Casa di Lucia, sulla matrice industriale della città e sulla nascita del Manzoni"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Faccio riferimento alla puntata del "Il Provinciale" andata in onda il 5 marzo 2022, su Rai2, avente per oggetto i luoghi del romanzo di Alessandro Manzo I Promessi Sposi. La trasmissione è stata molto interessante, con delle ottime riprese, un'eccellente conduzione. Tuttavia vi è stata una grossa imprecisione nella parte iniziale laddove la collocazione della casa di Lucia è stata indicata nel rione Acquate di Lecco, mentre detta "casa" trova collocazione in due presunti luoghi ovvero Olate ed appunto Acquate. Si aggiunga che ad Olate vi è indicata la Canonica di Don Abbondio. 

Non so dove la Redazione del programma abbia reperito le informazioni o chi le abbia fornite, ma si tratta di un'imprecisione grave, tanto più che il proprietario della trattoria che ha vantato di avere il locale nella storica Casa di Lucia ha esagerato, in quanto tutti i lecchesi sanno che non vi è certezza dell'ubicazione del luogo. Si aggiunga che le scolaresche che vengono a visitare i luoghi manzoniani vengono sempre nel rione Olate, dove nel portone di entrata vi è anche uno storico affresco, pare eseguito da un allievo di Leonardo Da Vinci.  

"Seta a Lecco, impatto marginale"

Non da meno è stata raccontata una storia imprecisa riguardante lo sviluppo industriale della città di Lecco, da sempre basata sulla metallurgia e non sulla seta. Infatti quest'ultima ha toccato Lecco solo marginalmente, mentre i setifici importanti erano ubicati a Valmadrera (Setificio Gavazzi e la sua importantissima raccolta bibliografica detta Raccolta Gavazzi e il setificio Abegg a Garlate, dove è visitabile l'omonimo Museo). Lo sviluppo della metallurgia era basato sulle ricche miniere di ferro presenti in Valsassina e Piani Resinelli. In quest'ultimo caso vi è visitabile il Museo delle Miniere dei Resinelli, a testimonianza infatti del prevalente sviluppo metallurgico di Lecco, detta anche "Città del ferro".

Si aggiunga che il presentatore ha indicato come luogo di nascita del Manzoni la città di Lecco, mentre egli è nato il 7 marzo 1785 a Milano. Concludo evidenziando che, sempre lo stesso presentatore, ha percorso i sentieri di montagna, tra l'altro con la presenza di una discreta neve, con un abbigliamento non proprio consono ai luoghi percorsi.

Giuseppe Mazzoleni
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trasmissione Rai su Lecco, bella ma con gravi imprecisioni"

LeccoToday è in caricamento