Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Via Giuseppe Badoni, 2

Gli studenti del Parini scrivono "Amerai il tuo viaggio": raccontano il mondo che li circonda

I giovani mettono nero su bianco la loro esperienza: «Il viaggio che si potrà effettuare dopo le restrizioni dovute alla pandemia sarà bellissimo»

Un volume per parlare che permette ai giovani di raccontare il mondo che li circonda. È stato presentato venerdì sera presso la Sala Consiliare del Comune di Lecco, alla presenza della Commissione Pari Opportunità e dell’assessore Renata Zuffi, il libro realizzato da una classe del Parini dal titolo "Amerai il tuo viaggio", frutto di un progetto didattico-educativo concretizzatosi in una pubblicazione.  

«Quando abbiamo visto una classe composta da ben trenta alunni - hanno spiegato i docenti promotori dell’iniziativa - in un anno iniziale dell'indirizzo turistico, a settembre 2020, ci siamo chiesti cosa significasse educare i ragazzi a guardare la realtà che li circonda e a confrontarsi con essa. In quel momento sembrava veramente difficile motivare ciascun alunno ad impegnarsi in un percorso che sembrava annientato dalla pandemia. Inoltre i ragazzi arrivavano da sei mesi di lontananza fisica dalla scuola, con tutto quello che ciò aveva significato. Ma la cosa più sorprendente è stata scoprire che in una classe già così particolare ci fosse Vanessa, un'alunna disabile per cui si stavano pensando le attività da svolgere con i compagni, perché già impegnata con i laboratori di "Fatti per imparare". Il suo banco inizialmente vuoto si è trasformato in platea di un racconto difficile ma piacevole, quello di un turista che vive le sue passioni per i viaggi ai tempi del Covid». Il titolo del libro infatti intende significare che il viaggio che si potrà effettuare dopo le restrizioni dovute alla pandemia sarà bellissimo, ma anche più in generale vuole augurare a ciascun ragazzo di poter amare il viaggio della vita, in qualsiasi circostanza sarà chiamato ad affrontarlo. 

«C'è tanto di ciascuno di noi»

«In questa storia c'è tanto di ciascuno di noi, di tutti, e Vanessa ci ha permesso di manifestare le nostre paure e le nostre fragilità senza vergognarci. I ragazzi sono diventati attori, scenografi, esperti di video e di musiche con una generosità commovente. Ciascuno ha dato il proprio contributo, capendo che lo si faceva per Vanessa, ma che serviva innanzitutto a ciascuno di loro a rielaborare il vissuto difficile degli ultimi mesi». Testi, disegni realizzati dagli studenti, che hanno costituito la sceneggiatura e la scenografia di momenti di lettura e animazione svoltisi durante l’anno, e perfino il collegamento con un cartone animato in lingua spagnola, sono racchiusi nel volumetto che i ragazzi tengono tra le mani con fierezza. La classe si è mostrata particolarmente orgogliosa di quanto presentato alla Commissione Pari Opportunità del Comune di Lecco, felice di aver aderito ad un progetto inclusivo, non soltanto della disabilità, ma anche dei bisogni e delle emozioni di ciascuno. 

«È nata una splendida collaborazione con i colleghi, che ha dato frutti inaspettati - continua la prof. Chiara Panzeri, responsabile del progetto -. Abbiamo scoperto che tutti i nostri alunni posseggono molti talenti e che a volte si tratta solo di lasciarli venire alla luce. Avere Vanessa in classe ha permesso tutto questo: una classe che si coinvolge e che vive le difficoltà del presente in un modo che solo la presenza di Vanessa ha reso possibile, cioè insieme». È stato caldamente ringraziato chi ha sostenuto la pubblicazione di questo libro, in modo che avesse una visibilità bella ed elegante, perché questa volta la sfida è stata poter raccontare questa storia a tutti: il Comitato Genitori dell'Istituto Parini e la Fondazione Comunitariadel Lecchese. Il volume è disponibile presso “La Libreria Volante” di Via Bovara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Parini scrivono "Amerai il tuo viaggio": raccontano il mondo che li circonda

LeccoToday è in caricamento