Liceo Scientifico Rota di Calolzio, la Provincia ha incontrato il provveditore

«Abbiamo espresso al dottor Volontè la nostra preoccupazione per la vicenda, anche in considerazione della necessità di spazi per l’emergenza Covid. Ma purtroppo il numero di iscritti non consente l’attivazione della prima Scientifico»

L'istituto superiore Rota del Lavello.

Fumata nera. Nonostante la mobilitazione di docenti, alunni e genitori, a settembre - eccetto miracoli - non verrà formata la nuova prima Liceo Scienitifico tradizionale all'istituto Rota di Calolziocorte. È  quanto emerge dall'incontro appena avuto tra Provincia e Provveditorato. La speranza è che il corso possa però ripartire almeno prossimo anno. All'incontro hanno preso parte il presidente di Villa Locatelli Claudio Usuelli e il Consigliere provinciale delegato all’Istruzione e Formazione professionale Felice Rocca da un lato, e il Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Lecco Luca Volontè dall'altro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La provincia: «Se nel prossimo anno verrà raggiunto il numero minimo di iscrizioni l’indirizzo tradizionale del Liceo Scientifico verrà nuovamente attivato»

«Abbiamo espresso al dottor Volontè tutta la nostra preoccupazione per questa vicenda, anche in considerazione della necessità di spazi per l’emergenza Covid-19, ma purtroppo il numero degli iscritti, solamente 17, non consente l’attivazione della classe prima dello Scientifico secondo i parametri stabiliti dal Ministero - ha fatto sapere la Provincia - Peraltro, vista la situazione, molti di questi iscritti hanno già optato per un altro indirizzo o per un’altra scuola. Al dottor Volontè abbiamo inoltre manifestato la preoccupazione che in caso di bocciature gli studenti interessati sarebbero costretti a cambiare indirizzo o scuola nell’anno successivo per la mancanza della classe disponibile ad accoglierli. Abbiamo avuto rassicurazioni che la mancata attivazione della classe prima dell’indirizzo tradizionale del Liceo scientifico non significa affatto una bocciatura dell’Istituto scolastico, che gode di ottima salute visti i numeri delle iscrizioni per gli altri indirizzi. Se nel prossimo anno verrà raggiunto il numero minimo di iscrizioni l’indirizzo tradizionale del Liceo Scientifico verrà nuovamente attivato».

Flash mob al Lavello per chiedere di salvare la prima Liceo Scientifico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, la Asst Lecco fa chiarezza: al momento terapie intensive vuote

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento