"Nuovi riflessi": i progetti per il nuovo lungolago in mostra all'interno del palazzo comunale

Dal 27 dicembre al 24 gennaio sarà possibile visionare e votare i progetti del nuovo lungolago. Selezionati cinque progetti

 

È del giugno scorso il Concorso Waterfront: Lecco nuovi riflessi, il bando, aperto alle proposte progettuali per la realizzazione del nuovo lungolago cittadino, indetto dal Comune di Lecco, con il patrocinio degli ordini professionali di architetti e ingegneri e di Confcommercio Lecco. Dieci chilometri da ridisegnare attraverso idee che valorizzino il contesto lacuale e urbano con un’attenzione particolare alla sostenibilità e alla tradizione.

5 dei 19 elaborati progettuali pervenuti stanno proseguendo l'iter previsto dal bando: sono stati selezionati da una giuria tecnica presieduta dall'architetto paesaggista di fama internazionale Andreas Kipar, affiancato dal dirigente del Comune di Lecco Davide Cereda, dagli architetti Virginia Tentori, nominata da Confcommercio Lecco, Lorenzo Noè, nominato dall'ordine degli Architetti di Lecco, e dall'Ingegnere Arturo Montanelli, nominato dal Politecnico di Milano - Polo Territoriale di Lecco.

Le 5 proposte selezionate saranno rese note all'inizio di febbraio e avranno accesso alla seconda fase, nella quale dovrà essere sviluppato un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Il disciplinare del concorso prevedeva l'attivazione di processi partecipativi per coinvolgere la cittadinanza e per questo, a partire dal 27 dicembre e fino al 24 gennaio, al primo piano del palazzo comunale di piazza Diaz 1 sarà allestita una mostra, nell'ambito della quale saranno esposte tutte le proposte progettuali pervenute con la possibilità, per i cittadini lecchesi che visiteranno l'allestimento, di votare il progetto preferito.

Al vincitore andranno tremila euro

All'autore del progetto che avrà ottenuto il maggior numero di consensi dei cittadini verrà assegnato un rimborso spese pari a 3 mila euro, messo a disposizione da Confcommercio Lecco. A conclusione della mostra, inoltre, si terrà un convegno, in programma venerdì 24 gennaio alle 16 presso Palazzo delle Paure.

«Invito tutti i cittadini a cogliere questa occasione per visionare le tavole contenenti le idee che i professionisti hanno realizzato per ripensare i 10 km del nostro lungolago - commenta l'assessore all'urbanistica del Comune di Lecco Gaia Bolognini. L'esposizione ha lo scopo di mostrare in quanti differenti modi sia possibile rileggere questo fondamentale scorcio di Lecco, con quali nuove funzioni sia possibile integrarlo e come i professionisti (ancora assolutamente anonimi) abbiano deciso di investire tempo e risorse in un percorso sfidante per l'intero territorio. Ringrazio gli Ordini professionali per le energie profuse in affiancamento agli uffici tecnici e la loro disponibilità organizzativa e Confcommercio per il rimborso spese che verrà messo a disposizione per il progetto decretato vincente dalla giuria popolare. Una precisazione dovuta rispetto alle dichiarazioni legate ai ritardi e alla paternità del lancio del concorso - prosegue l'assessore Bolognini -:  la procedura concorsuale ha subito dei ritardi, ma la vera vittoria consiste nell'aver trasformato in realtà una bella idea di Confcommercio, averla resa percorribile per davvero, con tutte le limitazioni e i vincoli che un bando ad evidenza pubblica si porta dietro. Chiedo pertanto rispetto per il complesso lavoro di produzione documentale, di limatura e di mediazione condotto dagli uffici tecnici comunali affiancati dagli ordini professionali. A metà 2020 avremo un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riqualificazione del lungolago di Lecco, che tradotto significa essere pronti per affinare il progetto e avviare il primo lotto di lavori. Francamente la ritengo un'eredità seria e concreta per la futura amministrazione».

Video Popolari

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento