Valmadrera e Civate si rimettono in ordine dopo il maltempo. I sindaci ringraziano i volontari

Nella serata di martedì vigili del fuoco e volontari sono scesi subito in strada per tamponare l'emergenza

Via Caduti per la Libertà a Valmadrera LECCOTODAY

Nel tardo pomeriggio di martedì i comuni a ridosso del Monte Barro sono state colpite da un'eccezionale grandinata. Palline, più che chicchi, di ghiaccio sono stati riversati soprattutto tra Valmadrera e Civate: vari danneggiamenti sono stati provocati al "verde" e alle autovetture, con svariati vetri delle quattro ruote che sono andati letteralmente in frantumi. Gravemente danneggiato anche l'appena riaperto Ostello del Parco Monte Barro.

Civate: in fiamme l'insegna della concessionaria a marchio Toyota

maltempo ostello monte barro 2 giugno 2020-2

I sindaci ringraziano 

Una volta sfogatosi il maltempo, vigili del fuoco e volontari si sono riversati in strada per tamponare la fase più critica dell'emergenza, ricevendo il ringraziamento dei sindaci:

«È stato un tardo pomeriggio e una serata impegnativa per tutto il nostro territorio e in particolare per i nostri cittadini, per una grandinata di cui non ricordo una simile con pezzi dalla grandezza inusuale - ha spiegato Antonio Rusconi, primo cittadino di Valmadrera -. Con l'assessore Anghileri, in particolare, siamo stati con la presenza dei Vigili del Fuoco di Lecco e di Valmadrera, insieme alla nostra Polizia Locale in via Pascoli e in via XX Settembre, mentre la Protezione Civile è intervenuta su altri problemi che hanno riguardato cantine, tetti (anche quello del sindaco risulta danneggiato), macchine, ma per fortuna non si registrano danni alle persone».

Rusconi ha risposto direttamente anche a chi ha mosso delle critiche: «Comprendo in questi momenti le amarezze, i risentimenti, anche le critiche e le arrabbiature. Ma anche nelle foto dei più arrabbiati si vedono i volontari pronti a dare una mano. Allora il sindaco ha la consapevolezza che si può sempre fare meglio, ma se vedo le immagini dei comuni vicini (Galbiate, Lecco, Pescate, ecc), sui giornali online di fronte alle calamità naturali le difese sono scarse. Arrabbiatevi pure dunque con chi amministra, ma proviamo a dire grazie alla Polizia Municipale, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, ai Vigili volontari. Se oltre una decina di famiglie questa sera possono dormire nelle loro case lo debbono soprattutto a loro. Dopo una serata così pesante, il sindaco, vi assicuro, si sente stanco ma non solo. E sente il dovere, a nome di tutta la comunità, di ringraziare queste persone».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla falsariga anche il collega Angelo Isella, sindaco di Civate: «È stata una serata intensa e purtroppo anche oggi contiamo i danni dovuti a una grandinata davvero mai vista.
Con la Protezione Civile abbiamo effettuato i dovuti sopralluoghi per verificare i danni e assicurarci che non ci fossero situazioni di pericolo. Molte auto danneggiate, tetti e lucernari distrutti (incluso il Palazzo Comunale), un incendio domato dai vigili del fuoco di Lecco a cui va il nostro grazie insieme alla Protezione Civile di Civate. Un pensiero alle famiglie che hanno subito danni e anche alle aziende danneggiate. Ripareremo tutto anche questa volta!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento